Se abitate a Roma, Milano, Torino o Firenze, e utilizzate regolarmente il servizio di car-sharing Enjoy di Eni, sappiate che dal prossimo 4 aprile le tariffe subiranno un aumento.
In particolare, a crescere sarà il costo della vettura lasciata in sosta senza interrompere il noleggio, che dai 10 centesimi al minuto attuali passerà a 25 centesimi. Equiparandosi, in tal modo, alla tariffa standard applicata durante l’utilizzo in movimento.

Dunque, usare le ormai note Fiat 500 o 500L rosse nel caso specifico costerà un po’ di più, e già alcuni clienti se ne sono lamentati usando i canali social. La ragione di queste variazioni, stando al comunicato fornito dall’azienda, è “garantire un numero sempre maggiore di auto disponibili ai propri clienti, pur mantenendo le tariffe più basse del mercato”.

In parole povere, il motivo sta nel fatto che c’è chi approfitta dei prezzi bassi per tenere occupate le vetture oltremodo rendendole indisponibili per gli altri. Ma il provvedimento penalizza anche, e di questo si poteva tenere conto, chi ne ha realmente bisogno per le commissioni veloci di ogni giorno.

A fronte di questo, tuttavia, c’è da registrare anche una buona notizia. Ovvero l’abbassamento della tariffa per l’affitto giornaliero da 60 a 50 euro, con una percorrenza massima di 50 chilometri. Superati i quali, scatta la tariffa “canonica” di 25 centesimi per ogni chilometro aggiuntivo percorso.