“Cosa cerchi?” chiedeva la “Gradisca” al giovane Titta in Amarcord. Probabile che chiederà la stessa cosa Ekaterina Makarova, la pornostar finita in premio per un mese al 16enne russo di nome Ruslan Scedrin. Già perché il ragazzino moscovita è risultato il cliente numero 100mila di un sito di vendita di armi virtuali per i videogiochi, e quel numero magico lo farà diventare uno dei più invidiati adolescenti del pianeta: dalla prossima settimana la 25enne pornostar russa dovrà trascorrere con il vincitore del concorso ben 30 giorni in uno dei più prestigiosi alberghi della capitale russa.

Ruslan, che non è nuovo a spot e sfilate di moda nonostante la giovane età, pare passi intere giornate davanti al pc a giocare ai cosiddetti “sparatutto”, chissà magari per diventare futuro militare del mega esercito putiniano. Pochi giorni fa, senza nemmeno accorgersene gli appare sullo schermo del pc una scritta di quelle solitamente farlocche, modello “hai vinto un milione di euro, basta che ci mandi il tuo numero di conto corrente e diventerai ricco”. Solo che al posto del milione c’erano gambe, seni e occhioni azzurri della Makarova, classe 1990, debutto nel porno all’età di 22 anni, e il nome d’arte di Macy Ssens, o ancora: Iren, Irena, Irena M, Irene, Jane, Janna, Katharine B, Macy, Nata, Sarah, Scarlett, Slave Kk, Ssens, Ursula, Walda.

Ruslan è come sbiancato, ma era tutto vero. A partire da Ekaterina, alias Macy, 160 centimetri per 50 chilogrammi, non proprio quel che si dice una star mondiale, ma in patria tra sculacciate, petit dejeuner in riva al fiume, e sperimentazioni di ogni tipo di penetrazione, viene presentata su alcuni siti del settore “come una perfetta bambola russa, con incredibili occhi azzurri, pelle di porcellana, nessun tatuaggio o piercing”. Avrà il suo bel daffare il giovane Ruslan a cui sembra essere caduto un meteorite sulla vaporosa zazzera: “In un primo momento stentavo a crederci. Pensavo che l’annuncio fosse spam. Ma quando invece ho scoperto essere tutto vero ho ringraziato il sito e ho subito chiamato i miei amici. Nessuno ci credeva, ma quando hanno capito che non mentivo si sono congratulati con me. Molti però sono invidiosi”. “Appena l’ho vista ho detto: ha le dimensioni giuste è il mio tipo – ha continuato Ruslan – Fremo dalla voglia di incontrarla. Quando la vedrò le dirò: ‘Ciao sono quel ragazzo che ti ha ‘vinto’. Peccato però che mia madre l’abbia presa male. Spero di risolvere la cosa. Anche con mia sorella”.

“Ma quale mesata con una pornostar? Quest’anno Ruslan ha gli esami! – ha raccontato ai tabloid russi la madre del ragazzo visibilmente irritata – Già non studia, trascorrendo intere giornate giocando al computer e comprando armi per questo. Che ci dessero 100 mila rubli (circa 1,300 euro) in premio e saremmo ben contenti”. Ma Ruslan non pare mollare. Il limite di età oltre il quale può decidere da solo con chi e se avere rapporti sessuali in Russia scatta proprio a 16 anni. Sua mamma però ha addirittura  sventolato non si sa bene quale certificato anagrafico che vuole Ruslan attualmente 14enne. All’incontro tra Ruslan e Macy Ssens pare comunque che non ci saranno ostacoli. Lui ha già promesso di volerla portare al cinema e a teatro. Lei lo andrà a prendere a scuola e vorrebbe spingerlo a fare un bel viaggetto. Anche se sappiamo bene che la domanda fatidica arriverà anche per Ruslan, mano sulla coscia dell’ambita signorina, modello Fellini: “Cosa cerchi?”. E forse il giovane vincitore preferirà ricollegarsi al pc per rimettersi a giocare.