“Siamo governati da cretini. Abbiamo situazioni di sofferenza, gravi crisi umanitarie da affrontare e il Governo che fa? Pensa alle unioni civili”. A tuonare contro il premier Matteo Renzi e la sua maggioranza non è un leader dell’opposizione ma il parroco della cattedrale di Crema, don Emilio Lingiardi. Ieri, nel giorno del battesimo di Gesù, il sacerdote, dal pulpito della chiesa più importante della diocesi ha lanciato il suo anatema contro il ddl Cirinnà. Con tanto di “dedica” al governo. Il prelato durante l’omelia, secondo quanto riportato dal quotidiano online “L’inviato quotidiano”, ha ripetuto più volte “siamo governati da cretini”.

Parole dure usate con l’intenzione di difendere il valore della famiglia e per richiamare i fedeli a quelli che secondo lui sono i reali problemi di cui si dovrebbe occupare un governo: “Pensano che la priorità – ha detto rivolgendosi ai suoi parrocchiani – siano le unioni civili, mentre lasciano che ci sia gente costretta a mangiare l’erba per sopravvivere”. A dare l’opportunità di affrontare questa spinosa tematica che sta animando il Paese, è stato il brano evangelico del battesimo di Gesù che mette al centro la famiglia: “La bellezza di questa realtà va difesa. Non come una cosa astratta. Le famiglie, fondate su un legame duraturo, sono – ha sentenziato il prete dall’altare lanciando una sorta di scomunica a Renzi – l’ambiente concreto e quotidiano dentro cui fiorisce la nostra umanità”. Parole che hanno stupito qualche fedele presente alla celebrazione eucaristica e non solo. Una parrocchiana, cinquantenne, conferma quanto riportato dal quotidiano locale: “Purtroppo è vero, ha detto quelle parole e non è la prima volta”.

Su Facebook si è aperto un accesso dibattito. Don Angelo Pedrini, confratello di don Emilio, ha bocciato il parroco della cattedrale: “Stimo molto don Emilio come persona e come prete. Ma questa è una caduta di stile e soprattutto quando noi preti entriamo direttamente nel dibattito politico, citando politici e giudicando i diversi operati non facciamo un buon servizio al Vangelo”.

Mentre l’ex assessore di Centrosinistra, cattolico, Eugenio Vailati ha scritto sul social network: “Anche le parrocchie a volte sono guidate da cretini”. Contattato da Ilfattoquotidiano.it, il parroco prova a riformulare in modo più edulcorato, ma non smentisce la sostanza: “Ho parlato di stolti. Con tutte le problematiche che ci sono si mettono a discutere di adozioni, sono proprio stolti. Sul pulpito ho detto che mentre in Siria ci sono bambini che stanno morendo di fame i nostri governanti si occupano di ciò. Sono per le unioni civili ma ogni bambino ha diritto ad avere un papà e una mamma. Punto e basta”.