Che la famiglia Kardashian sia disposta a tutto pur di far parlare di sé, è cosa arcinota a ogni angolo del globo. Ma che la brigata “famosa per essere famosa” arrivasse a tanto, forse non se lo aspettavano nemmeno i più smaliziati esperti di gossip a stelle e strisce.

La storia, tutt’altro che edificante, è la seguente: come è noto, l’ex marito di Khloe Kardashian e stella dell’NBA Lamar Odom è ricoverato in un ospedale del Nevada dopo una overdose in un bordello. Ebbene, secondo Radar online, informatissimo sito americano, Kris Jenner e le figlie avrebbero fatto entrare le telecamere del loro reality “Al passo con i Kardashian” nella stanza del Sunrise Hospital dove è ricoverato il povero Lamar.

Il personale medico del nosocomio americano ha ovviamente opposto resistenza a questo evidente tentativo di sciacallaggio, così come si è opposta Liza Morales, ultima ex moglie del giocatore di basket. Niente riprese, dunque, neppure all’esterno dell’ospedale. E per precauzione ulteriore, i membri del clan Kardashian hanno dovuto lasciare fuori i cellulari, per evitare riprese amatoriali che verosimilmente sarebbero poi state diffuse. E Kris Jenner, madre-manager di Kim Kardashian e del resto della combriccola, pare abbia ingaggiato un paparazzo, appostato all’esterno dell’ospedale per immortalare le sue continue visite all’ex genero, a uso e consumo di giornali di gossip e programmacci televisivi.

Un circo mediatico che va oltre lo sciacallaggio e che dimostra ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, che i Kardashian sono pronti a passare sul cadavere di chiunque pur di stare sotto i riflettori.