“Diventerò esattamente come voi: il lavoro, la famiglia, il maxitelevisore del cazzo, la lavatrice, la macchina, il cd e l’apriscatole elettrico”: finiva così “Trainspotting“,  film-cult sulla droga del ’96, diretto da Danny Boyle. A tanti sarà rimasto il dubbio: ma Rent e i suoi amici sono diventati davvero così?

Dopo vent’anni, Boyle darà tutte le risposte: stando a quanto riporta il sito deadline.com, infatti, nel 2016 uscirà  “Trainspotting 2“.  Gli attori rimarranno gli stessi, compreso Ewan McGregor, nel ruolo di Rent.

Anche stavolta la pellicola sarà la trasposizione cinematografica di un libro di Irvine Welsh, “Porno“. Ma niente lavoro e famiglia; i protagonisti di “Trainspotting”, superati i problemi legati all’eroina, tentano un nuovo modo per fare soldi: produrre film porno.

Boyle, che nel frattempo ha vinto 8 premi Oscar con “The Millionaire”, ha confermato che il film si farà: “Tutti i protagonisti del film vogliono tornare a farlo, dobbiamo solo organizzarci per date e scadenze, considerando anche le agende degli attori, visto che alcuni di loro sono impegnati sul set di serie tv americane”.