Ammettiamolo, ammettetelo, siamo tutti qui che aspettiamo di sapere cosa avrà fatto di miracoloso e prodigioso Dave Grohl nelle ultime ore. Avrà aiutato un ragazzino vittime di bullismo in un cortile? Avrà aiutato una vecchia a attraversare la strada? Avrà duettato con Billy Corgan degli Smashing Pumpkins riportandolo finalmente a fare qualcosa di decente musicalmente parlando? Ecco, esclusa l’ultima notizia, relativa alla musica, quindi fuori target, non c’è giorno che passi che non vede Dave Grohl protagonista di qualcosa di eclatante, spesso al confine con il mieloso e lo stucchevole.

Prima ci ha colpito per la sua umiltà e umanità. Poi per la sua capacità di usare i social, viralizzando qualsiasi cosa facesse. Poi per il suo essere una rockstar planetaria rimanendo comunque, in apparenza, uno normale, e ora ci sta stendendo occupando di sana pianta le prime pagine dei giornali anche in presenza del nulla. Fermiamoci un attimo. Respiriamo a fondo. Noi italiani sappiamo a cosa stiamo andando incontro. Lo abbiamo vissuto di già. O quantomeno abbiamo vissuto qualcosa di simile. Siamo tutti qui, oggi, che ci scherziamo, sul web, perché adesso sta andando di moda ironizzarci sopra, ma in realtà ha già vinto lui.

Dave Grohl è il Gianni Morandi globalizzato. Questa è la notizia del giorno. Ricorderete, no? Prima di diventare l’idolo di chiunque. Il più amato dagli italiani dei social, in barba alla Cuccarini, Morandi è stato a lungo oggetto di sfotto’ da web. Lui che beve un bicchiere d’acqua e fa notizia. Lui che dice che niente è più naturale di una mela appena colta dal l’albero (per altro da poco replicata, con i fichi, a dimostrazione che anche il buon Gianni risente della calura estiva o del blocco della pagina bianca, a volte). Insomma, cose banali elevate a eccezionale. Il fatto che spesso queste cose eccezionali abbiano a che fare con le emozioni, con il suo essere fondamentalmente un buono, portera’ alla creazione di un fake dal nome Dave Grohl Malvagio.

Intendiamoci, Dave Grohl che irrompe su un furgone nel bel mezzo di una manifestazione omofoba non è esattamente come Gianni Morandi che da l’acqua ai gerani, ma il fatto che ogni giorno faccia qualcosa di speciale finirà prima o poi per diventare eccessivo. Ecco, ci siamo, visto che parliamo di social abbiamo trovato la quadra, Dave Grohl non è solo il Gianni Morandi planetario, ma è anche il Chuck Norris del rock. Come si dice in questi casi, il figlio illegittimo di Gianni Morandi e Chuck Norris.
FB
facebook