Gli One Direction alla Nasa. No, la boyband non è stata scelta per esser lanciata nello spazio, ma ha ottenuto un permesso molto singolare. La formazione è stata fotografata allo Space Centre di Houston, in Texas. Qui sono, infatti, iniziate le riprese del video del nuovo singolo Drag me Down. La Nasa ha quindi dato accesso alla band per utilizzare i campi di aviazione, le attrezzature per l’allenamento e le strutture.

Dopo l’addio di Zayn Malik, gli One Direction hanno pubblicato a sorpresa una nuova canzone venerdì 31 luglio. Drag me Down – questo il titolo del brano che segue Night Changes dello scorso novembre – è il primo singolo da quartetto della boyband britannica, ora formata da Niall Horan, Liam Payne, Harry Styles e Louis Tomlinson. Il nuovo progetto musicale è stato lanciato esattamente due giorni dopo l’annuncio della firma di un contratto discografico come solista da parte dell’ex membro Malik. Che nel frattempo nei giorni scorsi, mentre i suoi ex compagni ottenevano di girare il nuovo video nell’agenzia governativa del programma spaziale degli Stati Uniti, annunciava con un tweet che avrebbe rivelato il suo “vero me” ai fans. Malik ha aggiunto sull’addio alla band: “Non ho mai spiegato perché ho lasciato, è stato per questo momento che mi ha dato l’opportunità di mostrare chi sono realmente”. Fra gli altri cantanti sotto la stessa etichetta Rca sono già nomi del calibro di Alicia Keys, Chris Brown, Justin Timberlake e Kelly Clarkson. L’hashtag #realmusic #RCA!! era stato ritwittato 190mila volte ed era piaciuto a 230mila persone, solo nelle prime 12 ore. Ma non tutti hanno apprezzato le parole dell’ex cantante degli One Direction che è sembrato quasi ‘rinnegare’ il percorso fatto con la boyband con la quale è giunto al successo.