Leonardo non era vegetariano”. Questo il titolo provocatorio del libro presentato oggi nella sede milanese di Eataly introdotto da Oscar Farinetti. Il volume, edito da Maschietto e firmato, tra gli altri, dal critico Alessandro Vezzosi, propone una lettura delle abitudini culinarie del poliedrico scienziato artista, ricostruendo attraverso scritti e liste della spesa, quelle che si presume potessero essere le sue abitudini alimentari, sfatando così il mito della sua precoce adesione allo stile di vita vegetariano. Una rilettura storica che è piaciuta molto a Farinetti, che ha lanciato (ironici) strali contro Umberto Veronesi: “Una volta ero ad un convegno con lui e mi ha fatto due palle sui vegetali”, poi puntualizza: “Voglio morire carnivoro e di sinistra”  di Alessandro Madron