Secondo le indagini della Guardia di Finanza, in Regione Calabria c’è addirittura chi ha presentato una doppia documentazione per ottenere soldi pubblici che non gli spettavano. L’inchiesta, per peculato e falso che riguarda gli anni 2010, 2011 e 2012, ha portato anche l’attuale assessore ai Lavori pubblici Antonino De Gaetano a finire agli arresti domiciliari. Stessa misura per l’ex parlamentare di Forza Italia e del Pdl Luigi Fedele. Per il senatore Giovanni Bilardi (Nuovo centrodestra) i magistrati dovranno ottenere l’autorizzazione del Parlamento. Il divieto di dimora è scattato per un ex autista di Bilardi e per quattro ex consiglieri. Ma sono otto in totale le misure firmate dal gip – tre arresti domiciliari e cinque divieti di dimora – che ha disposto sequestri per 2 milioni e mezzo a carico di 27 indagati