Circa 23mila persone si sono riunite a Stonehenge, nell’Inghilterra centrale, per celebrare l’alba del giorno più lungo dell’anno. Il solstizio d’estate, come ogni anno, ha richiamato attorno agli antichi monoliti turisti, curiosi, fedeli dell’antica religione druida e hippy. Quest’anno però il cielo coperto ha impedito di osservare perfettamente il sole, che si è levato alle 4,52. L’anno scorso la partecipazione era stata più alta, con circa 36mila visitatori.

La polizia ha riferito di aver arrestato nove persone per possesso di droga, numero inferiore rispetto agli scorsi anni. Si pensa che Stonegenge sia stato usato come importante sito religioso circa 4mila anni fa. Le recenti celebrazioni pagane sul sito sono cominciate nel XX secolo. I visitatori hanno baciato le famose pietre, danzato accompagnati da centinaia di tamburi. Altri hanno seguito corsi di yoga.