Dalle 6.30 del mattino fino alle 10 e mezza. Rigorosamente sobri, perché “questo non è un after”, come è scritto sul comunicato. E’ il Morning Gloryville, il rave del mattino, che ha fatto il suo debutto in Italia all’Angelo Mai occupato di Roma. La festa è un party danzante a tutti gli effetti con musica techno sparata a tutto volume, quello che cambia è il pubblico e soprattutto i suoi usi e consumi. “Ci diamo la carica prima di affrontare una giornata di lavoro”, dice una ragazza mentre sorseggia una centrifuga kiwi e zenzero: “Mi va benissimo che non ci sia né droga né alcool”. Di fianco al dance floor, il bar con prodotti bio e lo spazio massaggi. “Mentre la città dorme, noi stimoliamo le endorfine con la danza, in modo che andiamo a lavorare più sereni”, spiega un massaggiatore. Sulla pista, in mezzo a balli sfrenati e lezioni di yoga, anche i bambini che danzano insieme alle mamme e ai papà. “Stiamo qui fino alle otto, poi la piccola deve andare all’asilo e noi in ufficio”, dice una coppia  di Lorenzo Galeazzi