Quattro morti e tre feriti. E’ il bilancio dell’esplosione in una fabbrica di fuochi d’artificio al confine tra i comuni di Qualiano e Giugliano, in provincia di Napoli. Le vittime sono Luigi Capasso, di 45 anni, Raffaele Schiattarella e Raffaele Vallefuoco, di 65. La detonazione si è verificata in località Ponte Riccio, a ridosso della zona industriale di Giugliano. Sono intervenuti gli agenti del commissariato di Polizia di Stato, diretti dal primo dirigente Pasquale Trocino.

Dopo l’esplosione, che si è sentita ad alcuni chilometri di distanza, nella struttura è scoppiato un incendio. L’area intorno alla fabbrica è stata circoscritta e si indaga sulle cause, che sembrano essere accidentali.