“Cara me, sai una cosa? Sei gay”. No, nessuna provocazione, Hannah sta solo parlando a se stessa da giovane. E non è l’unica. L’hanno fatto anche Amy, Sarah, Robin, Jane e molte altre. Migliaia di donne di tutte le età che in occasione della festa della donna hanno aderito alla campagna #DearMe lanciata da Youtube. Video e tweet per parlare apertamente alle adolescenti che sono state, cercando di indicargli il percorso più giusto da seguire, o forse solo quello meno sbagliato. Fare un salto nel passato per rispondere alla domanda: “Se tornassi indietro nel tempo, cosa consiglieresti alla ragazza che eri?”.

Si va dai suggerimenti d’amore (“Non fidarti degli uomini con i tatuaggi sul collo”, scrive Grace, “Cara me, no, lui non ha mai richiamato. Grazie a Dio”, ricorda Rachelle) a quelli estetici (“Fatti crescere i capelli”, si rimprovera Lara, “Non c’è bisogno che ti trucchi tutti i giorni: guarda come sei bella oggi, al naturale”, ammette Trisha). Ma c’è anche chi ci scherza su: “Cara me, inventa Twitter”, ironizza Monica, mentre Sophia sostiene: “I 40 sono meglio dei 30 e ancora più spassosi dei 20”.

Da questo racconto 2.0 emerge un ritratto ben chiaro: le donne sono sempre troppo severe con se stesse. E infatti Kim scrive: “Cara me, smettila di prenderti così sul serio. Sii più indulgente con te stessa”. L’iniziativa è dunque un modo per esorcizzare le insicurezze dell’adolescenza, sia quelle fisiche che quelle caratteriali. “Ehi, è ok essere basse”, dice Martha, mentre Kate ricorda: “Non pensare di poter sempre controllare tutto: la vita certe volte ha dei risvolti che non ti aspetteresti mai”. Ma #DearMe non viaggia solo su Youtube e Twitter; anche un altro social network, Tumblr, offre la possibilità di creare gif animate accompagnate da un buon proposito per il passato (“Sorridi di più”, “Viaggia”, “Balla sulla spiaggia”, “Divertiti ogni giorno”).

La campagna è soprattutto una possibilità per incoraggiare le ragazze di oggi a superare le loro paure. In questi brevi video, infatti, le donne raccontano finalmente con il sorriso le lezioni imparate sulla loro pelle nel corso degli anni. “Ti ricordi quelli che ti prendevano in giro? Beh, erano degli insicuri”, ricorda Jane. Diventare grandi può essere dura, ma è pur sempre un’avventura che vale la pena fare. E come spiegano queste ragazze ormai cresciute, è inutile starci a pensare troppo: l’ansia del futuro non aiuta mai a risolvere i problemi. A ricordarlo ci sono ormai oltre 5000 video su Youtube e una quantità altrettanto cospicua di tweet. Un successo notevole, sostenuto anche dalla partecipazione di molte star del web: dalla guru del make up Michelle Phan all’attrice comica Grace Helbig. Per lei un promemoria su tutti: “Non dimenticarti di ridere. Non c’è cosa più potente al mondo di una risata”.
Ludovica Liuni

Questo il video a sostegno della campagna: