Exploit, rincorse e rimonte. Il botto lo fa l’Atalanta a San Siro, complicando la situazione di Pippo Inzaghi. Le rincorse sono quelle di Fiorentina e Sampdoria, avversarie credibili di Lazio e Napoli per la Champions League. I viola passano nel finale a Verona contro il Chievo, i blucerchiati spediscono il Parma all’inferno, sempre più ultimo come il Cesena (2-3 in casa contro il Torino). E domenica prossima c’è il faccia a faccia al Tardini. La rimonta porta la firma del Genoa, sotto per tre volte contro il Sassuolo ma capace di rientrare grazie alla doppietta di Fetfatzidis. La squadra di Di Francesco spreca per la sesta volta in stagione un vantaggio nel corso della gara. Nell’anticipo di mezzogiorno Higuain affonda la Lazio e firma il sorpasso al terzo posto. Nel posticipo la Juventus batte agevolmente il Verona (4-0) e mette a segno la prima, vera fuga del campionato portandosi a più cinque sui giallorossi.

RISULTATI (tra parentesi gli assist)

EMPOLI-INTER 0-0 – leggi l’articolo
Ammoniti: Mchedlidze (E); Medel, Vidic (I)

PALERMO-ROMA 1-1: 3’ Dybala (Vazquez), 54’ Destro (Strootman) – leggi l’articolo
Ammoniti: Lazaar, Morganella (P); Yanga-Mbiwa, Strootman, Destro (R)

LAZIO-NAPOLI 0-1: 18’ Higuain (Mertens) – leggi l’articolo
Ammoniti: Parolo, Ledesma, Keita (L); Mertens, Gargano, Lopez (N)

CESENA-TORINO 2-3: 20’ Benassi (Farnerud), 22’ Quagliarella (Farnerud), 43’ Brienza (rig), 85’ Brienza (rig), Maxi Lopez (Quagliarella)
Ammoniti: Perico, Giorgi, Zé Edurardo, De Feudis, Defrel (C); Padelli, Benassi, Peres, Jansson, Moretti (T)

CHIEVO-FIORENTINA 1-2: 35’ Rodriguez (Tomovic), 27’ Pellissier, 93’ Babacar (Joaquin)
Ammoniti: Hetemaj, Zukanovic (C); Badelj (F)

•Tutti aspettano Mario Gomez, ma ci pensa Babacar. Il senegalese subentra all’attaccante tedesco – molto discusso in settimana – e firma il gol vittoria in pieno recupero con un colpo di testa su cross di Joaquin. La Fiorentina espugna così il Bentegodi dopo una partita da montagne russe. Perché dopo il vantaggio di Gonzalo Rodriguez, i viola sprecano più volte il raddoppio (bravo Bizzarri in alcune circostanze) e subiscono il pareggio di un Chievo coriaceo. A gelare Montella è l’eterno Sergio Pellissier, poi Tatarasanu salva due volte su Paloschi e ancora su Pellissier. Sarebbe stata una beffa per la Fiorentina, troppo morbida davanti a una squadra solitamente stitica in fase offensiva (sette tiri in porta dei clivensi, record stagionale). Poi spunta Babacar, la Fiorentina scollina quota 30 punti e vede il terzo posto.

GENOA-SASSUOLO 3-3: 19’ Berardi (rig), 25’ Falque (Lestienne), 50’ Missiroli, 53’ Fetfatzidis (Lestienne), 69’ Berardi (Zaza), 92’ Fetfatzidis
Ammoniti: Lestienne (G); Berardi, Brighi, Magnanelli, Berardi, Zaza (S)

•Una giostra di emozioni a Marassi e alla fine il Sassuolo scende deluso. Perché il Genoa aggancia nel finale con un rigore di Fetfatzidis, autore di una doppietta. Il greco aveva già raddrizzato la gara dopo l’intervallo, firmando il 2-2 che aveva vanificato il secondo vantaggio degli emiliani. Nel primo tempo era stato Iago Falque a rimettere in carreggiata i liguri dopo il primo scatto degli uomini di Di Francesco, firmato da Berardi al 29esimo grazie a un penalty concesso per un fallo di Lestienne. Partita bella, condita da tanti gol e qualche errore di troppo delle difese, oltre a una rete – quella di Missiroli al 50esimo – viziata da un fallo su Perin. E alla fine il Sassuolo aggiorna il conteggio delle occasioni sprecate: per la sesta volta si fa agganciare sul pareggio in rimonta. Nessuno ha fatto peggio in questa stagione. Oggi e a Roma i due clamorosi svarioni nel finale che sono costati 4 punti: con la classifica così corta i neroverdi sarebbero in piena corsa per la Champions League.

MILAN-ATALANTA 0-1: 33’ Denis (Moralez)
Ammoniti: Abate, Rami (M); Denis, Stendardo, Cigarini, Sportiello, Benalouane (A)

•Sprofondo rossonero, San Siro fischia e il terzo posto è adesso a 7 punti di distanza. Il punitore del Milan è German Denis, quattro gol in carriera contro il Diavolo. La rete dell’argentino – nata da una palla persa a centrocampo e da un cattivo rientro difensivo – spedisce la squadra di Inzaghi all’ottavo posto e a 7 punti dalla Champions League, vanificando il buon cammino intrapreso a dicembre. Il Milan ha vinto solo due delle ultime 12 partite, l’Atalanta non portava a casa i 3 punti da otto gare. Ma San Siro è terra di conquista e i nerazzurri ne approfittano. Perché i rossoneri sono un cantiere aperto, ancora bucabile in difesa e nuovamente alla ricerca di un’identità offensiva dopo l’inserimento di Cerci, deludente anche contro i bergamaschi.

PARMA-SAMPDORIA 0-2: 54’ Bergessio (Eder), 70’ Soriano
Ammoniti: Lucarelli, Paletta (P); Obiang (S)

•Non c’è Gabbiadini, Okaka è in panchina ed Eto’o arriva lunedì. Nel frattempo ci pensa Bergessio, il grande investimento estivo e finora il più deludente del reparto offensivo. L’ex attaccante del Catania apre la difesa del Parma al 54esimo su assist di Eder. Un quarto d’ora dopo ci pensa Soriano a chiudere la gara, che lancia la Sampdoria al terzo posto in coabitazione con il Napoli. È un risultato importante in un momento delicato per i doriani, trasformati parzialmente dal mercato invernale. Piange invece il Parma, ancora una volta mai incisivo nel corso della partita. I ducali hanno grosse difficoltà tecniche e atletiche. Solo la vittoria in extremis della Fiorentina contro il Chievo evita di aggiungere un altro di punto di distanza dalla quota salvezza, attualmente a 8 punti. Se la squadra di Donadoni vuol tenere accese le speranze deve assolutamente vincere la prossima partita: al Tardini arriva il Cesena, ancorato a 9 punti come Cassano e compagni. Chi vince tiene accesa la fiammella, chi perde mette un piede in Serie B.

UDINESE-CAGLIARI 2-2: 39’ Joao Pedro (Donsah), 55’ Allan, 56’ Thereau (Di Natale), 91’ Avelar (rig)
Ammoniti: Kone (U); Donsah, Longo, Rosettini, Dessena (C)

JUVENTUS-VERONA 4-0: 3′ Pogba (Morata), 7′ Tevez, 66′ Pereyra (Chiellini), 74′ Tevez (Marchisio)
Ammoniti:
Greco, Rodriguez (V)

 

CLASSIFICA (*una partita in meno)
Juventus 46
Roma 41
Napoli 33
Sampdoria 33
Lazio 31
Fiorentina 30
Genoa 28
Milan 26
Inter 26
Palermo 26
Sassuolo 25
Udinese 24
Torino 22
Verona 21
Atalanta 20
Empoli 19
Chievo 18
Cagliari 16
Cesena 9
Parma 9

Parma un punto di penalizzazione