C’è il vuoto alle spalle di Juventus e Roma. Diventa una certezza quella che finora era stata più di una sensazione, sostanziata già sabato dal rullo bianconero passato sulla Lazio. La sentenza definitiva viene emessa dai pareggi del Napoli e della Sampdoria. Adesso tra i giallorossi – vincenti a Bergamo – e la terza ci sono 6 punti. Nessuno può impensierire le due battistrada. Lo scudetto sarà un discorso a due a meno di clamorose rinascite. Quella azzurra è fermata dal Cagliari, aiutato da una difesa a tratti imbarazzante. È questo il grande limite della squadra di Benitez, che crea e diverte ma concede troppo. Tra la Sampdoria e il passo delle prime due, invece, si mette in mezzo un Leali in formato erede di Buffon. I ragazzi di Mihajlovic creano tanto ma il portierino di proprietà juventina mura tutto. Respira la Fiorentina dopo un faccia a faccia intenso contro il Verona, mentre stenta ancora l’Udinese di Stramaccioni al quale non basta il duecentesimo gol di Totò Di Natale per stendere il Chievo. Blitz del Sassuolo a Torino, mentre a Parma è notte fonda: Vecino e Tavano trafiggono i ducali, allo sbando in campo e in società. Stasera Milan e Inter accendono San Siro. Chiude domani il Genoa, che ha la possibilità di agganciare il Napoli al terzo posto battendo il Palermo.

RISULTATI (tra parentesi gli assist) 

Atalanta-Roma 1-2: 1’ Moralez (Raimondi), 23’ Ljajic, 43’ Nainggolan (Ljajic)
Ammoniti: Carmona, Moralez (A); Astori, Pjanic, Nainggolan, Keita, Somma (R). Espulsi: Boakye (A)

Lazio-Juventus 0-3: 24’ Pogba (Tevez), 55’ Tevez (Marchisio), 64’ Pogba (Pereyra)
Ammoniti: Basta, Lulic (L); Lichtsteiner, Bonucci (J). Espulsi: Padoin (J).

Torino-Sassuolo 0-1: 87’ Floro Flores (Vsaljko)
Ammoniti: Gazzi, Peres (T); Peluso, Cannavaro, Zaza (S). Rigori sbagliati: Sanchez Mino (parato da Consigli).

Cesena-Sampdoria 1-1: 60’ Lucchini, 76’ Nica (autogol)
Ammoniti: Capelli, Brienza (C)

• Fanno tutto i difensori bianconeri. Prima Lucchini: l’ex di turno batte Romero con un colpo di testa sotto porta e non esulta, nonostante la rete contro i blucerchiati sia una rarità per i romagnoli. Poi clamoroso autogol di Nica, appena entrato. Il difensore rumeno è l’unico a riuscire a battere Leali, perfetto nel rispondere all’assedio della Sampdoria. Il pareggio è quindi un lusso per il Cesena che tra Defrel, Brienza e Almeida non riesce a costruire una – dicasi una – chiara occasione da rete. Ma il portiere di proprietà della Juventus alza un muro davanti alla sua porta. Ci provano Eder, Okaka sfiora una rete da cineteca con un colpo di tacco sottomisura, Bergessio è fermato all’ultimo secondo, Sansone va vicino all’eurogol. Rallenta così la Samp, ciccando un’ottima occasione per sorpassare il disordinato Napoli e tenere il passo di Juventus e Roma.

Napoli-Cagliari 3-3: 11’ Higuain, 30’ Inler, 38’ Ibarbo (Farias), 47’ Farias (Rossettini), 62’ De Guzman (Maggio), 68’ Farias (Ibarbo)
Ammoniti: Koulibaly (N); Farias, Pisano (C).

•Spettacolo al San Paolo in una partita da 6 gol che avrebbe potuto regalarne tranquillamente dieci. I puristi del gioco avranno da ridire, ma i cinquantamila del San Paolo si sono divertiti. Lo scoppiettante pareggio è frutto di una raffica di errori, come il gigantesco pasticcio napoletano in occasione del 3-3 di Farias che compensa l’amnesia difensiva che aveva permesso a De Guzman di bucare Cragno. Incredibile anche la dormita sarda sulla rimessa laterale da centrocampo del Napoli da cui scaturisce l’1-0: tutti fermi e Higuain ancora in gol. L’argentino è da record: va a segno da cinque partite consecutive. Non gli era mai successo da quando gioca sotto il Vesuvio. Ma il Pipita non basta a Benitez alle prese con il consueto caos difensivo, assai più preoccupante della doppia assenza di Insigne e Mertens sulla sinistra. L’ennesima dimostrazione che dietro a Juventus e Roma non c’è alcuna inseguitrice credibile.

Parma-Empoli 0-2: 46’ Vecino (Maccarone), 56’ Tavano (Verdi)
Ammoniti: Lodi, Acquah, Galloppa, Belfodil (P); Maccarone (E).

Udinese-Chievo 1-1: 44’ Di Natale, 74’ Radovanovic (Izco)
Ammoniti: Thereau, Di Natale, Pinzi (U); Dainelli (C).

Verona-Fiorentina 1-2: 16’ Rogriduez (Alonso), 39’ Nico Lopez (Toni), 61’ Cuadrado (Alonso)
Ammoniti: Campanharo, Christodoulopoulos (V); Neto, Borja Valero, Pizarro, Basanta (F).

Milan-Inter (23/11 ore 20.45) 

Genoa-Palermo (24/11 ore 20.45)

CLASSIFICA (*una partita in meno)
Juventus 31
Roma 28
Napoli 22
Sampdoria 21
Genoa 19*
Lazio 19
Udinese 18
Milan 17*
Inter 16*
Fiorentina 16
Sassuolo 15
Verona 14
Palermo 13
Empoli 13
Torino 12
Cagliari 11
Chievo 10
Atalanta 10
Chievo 9
Cesena 8
Parma 6