Settima edizione a Cosenza per il Festival del fumetto Le strade del paesaggio. Il centro storico della città calabrese sarà popolato da artisti, fumettisti e fan che per quindici giorni, dal 10 al 26 ottobre, parteciperanno ad incontri, workshop e mostre dedicate all’arte del racconto per immagini e parole.  A tagliare il nastro dell’edizione 2014, sabato 11 ottobre, Ivo Milazzo, cresciuto alla scuola Disney e creatore della serie Ken Parker, sarà protagonista di un dialogo con Enrique Breccia, icona del fumetto latinoamericano, che ha raccontato storie come quelle di Che Guevara e Moby Dick

Il 12 ottobre sarà la volta l’indagatore dell’incubo Dylan Dog, con la storia a fumetti Un amore mostruoso, disegnata da Giuseppe De Nardo e Daniele Bigliardo. Il sentimento è il punto di partenza che porterà il maestro del mistero in un ponte che divide il mondo dei vivi da quello dei morti. Per immergersi nella vicenda ambientata a Cosenza, Dylan, Groucho, Cagliostro e gli altri mostri della serie a fumetti guideranno gli ospiti in un tour per i luoghi storici della città. Don Gallo e Julian Assange saranno l’insolita coppia al centro dell’incontro con Dario Morgante dal titolo Dalla resistenza di strada all’etica hacker. Un percorso che attraversa spazi, concetti e identità, apparentemente agli antipodi ma legati da un sottilissimo filo, il dibattito su chi combatte ogni giorno i poteri forti attraverso pacifiche dinamiche sociali. 

Sempre sabato l’incontro con la casa editrice Tunué e con Massimiliano e Graziano Lanzidei che hanno tradotto in una graphic novel il romanzo Canale Mussolini, del Premio Strega Antonio Pennacchi. Una decina le mostre dislocate in varie sedi di Cosenza, da segnalare: Morgana, la moda nel fumetto contemporaneo che raccoglie disegni di autori come Milo Manara e Raffaele della Monica e Timeless spaceless con le opere di Mirella Nania, ispirate a stili vintage con una mescolanza di fotografie, disegni e caratteri tipografici unici che l’autrice realizza consultando vecchi libri, centinaia di riviste e il suo archivio di immagini digitale. Il sito de Le strade del paesaggio