“Mezzi, attrezzature e reagenti chimici scaduti. Non è stato possibile fare un’esercitazione. Non andiamo a morire come i canarini”. È la denuncia del sindacato Usb dei Vigili del Fuoco che lancia l’allarme in vista dell’arrivo delle navi con le armi chimiche dalla Siria nel porto calabrese di Gioia Tauro. “La responsabilità è del ministero dell’Interno. – dice il sindacalista Antonio Jiritano – Alfano sa che noi abbiamo le attrezzature in questo stato”  di Antonio Massari e Lucio Musolino