Dopo il successo della “Guida all’iscrizione anagrafica per cittadini comunitari” mi dedico questa volta a fornire indicazioni ai cittadini italiani residenti all’estero per dare loro le informazioni utili su come fare per iscriversi all’Aire (“Anagrafe della popolazione Italiana Residente all’Estero”). 

Vivendo anch’io oltralpe ho avuto modo di notare che sono tantissimi infatti i nostri connazionali che, pur vivendo stabilmente fuori dai nostri confini, non risultano iscritti, spesso per mancanza di informazioni a riguardo e rinunciano così a tanti diritti e servizi ci cui potrebbero beneficiare, uno fra tanti (e non il meno importante) quello di poter partecipare alle elezioni. Iscriversi all’Aire è gratuito ed è un obbligo prescritto dalla legge se:

– Si è residenti all’estero;

-Si è cittadini italiani nati all’estero e da sempre residenti al di fuori del territorio italiano;

– Si acquisisce la cittadinanza italiana all’estero. I cittadini italiani che trasferiscono la residenza da un comune italiano all’estero, devono farne dichiarazione al Consolato più vicino.

Tra i vantaggi che comporta l’iscrizione all’Aire per il cittadino italiano all’estero c’è la possibilità di esercitare il diritto di voto per le elezioni nazionali e di usufruire dei servizi consolari.

Richiesta d’iscrizione all’Aire: può essere richiesta per e-mail, per posta oppure recandosi personalmente presso l’Ufficio diplomatico-consolare territorialmente competente (qui potete cercare quello più vicino a voi) compilando l’apposito modulo di iscrizione.

Diritto al voto all’estero: I cittadini regolarmente iscritti all’Aire hanno il diritto di esercitare il voto per tutte le consultazioni elettorali (elezioni comunali, provinciali, regionali, parlamento italiano ed europeo e referendum) che si svolgono in Italia e sono regolarmente iscritti nelle liste elettorali tenute dai comuni italiani. In particolare, visto che è questione di attualità, dovendosi votare in primavera, per il rinnovo del parlamento è stata istituita l’apposita Circoscrizione Estero per l’elezione di 6 senatori e 12 deputati.I cittadini residenti all’estero, possono esprimere il proprio voto per corrispondenza presso la propria abitazione di residenza all’estero.L’elettore (iscritto all’Aire) riceverà un plico dal Consolato contenente le schede elettorali ed una busta affrancata, per la successiva spedizione al proprio Consolato delle schede votate dall’elettore stesso.

Attenzione però, per poter votare alle prossime elezioni politiche per il rinnovo del Parlamento bisogna necessariamente inviare la domanda di iscrizione all’Aire entro il 31 Dicembre

Se siete residenti all’estero ma non ancora iscritti AIRE non perdete quest’occasione di esercitare un vostro diritto/dovere! Per maggiori informazioni vi rimando alla guida pubblicata dal Ministero degli interni.

PS: Chi scrive ha l’onore di partecipare alle parlamentarie del Movimento 5 Stelle per la circoscrizione Europa.