Quali sono i criteri di formazione della scaletta di un Tg e perché certe ville, parafrasando la Fattoria degli Animali di George Orwell, sono più uguali di altre? Domanda curiosa. Che mi sono posto quando per un puro caso venerdì ho seguito il Tg2 delle ore 13, che ha sparato come terza notizia, e servizio lungo e abbondante, l’inchiesta a carico dell’ex governatore della Campania Antonio Bassolino, indagato ad Arezzo per abusi e illeciti nella ristrutturazione di una lussuosa villa a Cortona. Villa, peraltro, nemmeno sua, ma di un suo ex amico ed ex parlamentare, l’oncologo Giuseppe Petrella.

Invece non ha mai conquistato un secondo di nessun Tg nazionale l’inchiesta – diventata ormai un processo – a carico del presidente della Ferrari e membro del Cda di Rcs Quotidiani Luca Cordero di Montezemolo, indagato a Napoli per abusi e illeciti nella ristrutturazione di una lussuosa villa ad Anacapri. Villa, peraltro, sua, della quale dispone liberamente tramite una società di cui detiene la stragrande maggioranza delle quote.

La domanda delle cento pistole, che giro a voi lettori affinché liberamente rispondiate e ci si apra sopra un bel dibattito: secondo voi perché la villa di un ex potente avviato sul Sunset Boulevard della politica fa più notizia della villa di un potentissimo imprenditore ex capo di Confindustria che forse ambisce ad entrare in politica?