La copertina di Panorama numero 27 del 2011Dopo la vergognosa sceneggiata del fattorino Frattini, che su qualsiasi argomento intervenga riesce a dire sempre le stesse cose, con la stessa nenia e con lo sguardo sempre perduto in un punto non precisato dell’orizzonte, continua il tentativo di confondere le acque e di distogliere l’attenzione degli italiani dalle gravissime vicende che rendono insostenibile la permanenza di Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi.

E dopo la barzelletta di Montecarlo riproposta maldestramente da un partito come il Pdl, oramai ricettacolo di cricche, affaristi e indagati per reati mafiosi, parte un attacco ridicolo e comunque gravissimo contro me, Bocchino e Briguglio su questioni tanto fantomatiche quanto inesistenti.

A questo punto non abbiamo più dubbi: Berlusconi e i suoi accoliti sono un pericolo per la democrazia e il gigantesco potere economico e mediatico di cui dispone verrà sempre più utilizzato per delegittimare e tentare di distruggere l’opposizione, iniziando dalla destra repubblicana e legalitaria. Di una cosa siano certi il premier e i suoi ascari:avranno durissime e adeguate risposte, in ogni sede, in nome della legalità repubblicana e per tutelare la nostra vita da sempre dedicata alla politica in modo disinteressato e trasparente.

Far bene cose di interesse comune: sempre e solo questa la nostra stella polare.

Agli amici di Mangano e di Carboni,ai frequentatori di prostitute e di minorenni, ai complici di speculazioni, affari e sistemi criminali diciamo semplicemente che non ci intimoriscono con i loro dossier costruiti sul nulla e con la loro arrogante rivendicazione di impunità. Stiano certi: non ci fermeranno.