Il 16 gennaio il presidente del Consiglio è apparso in televisione, sulla sua performance naturalmente ciascuno può dare il giudizio estetico e contenutistico che preferisce, l’abbiamo visto tutti e è disponibile comunque in rete, per comunicare, sostanzialmente 3 cose.

Il messaggio di Berlusconi
1) Al telefono la gente, soprattutto ragazze giovani che l’hanno conosciuto può dire, millantare, raccontare, vantarsi, esagerare, favoleggiare, lavorare di fantasia quello che si dice al telefono non ha nessun valore; è una vergogna che chi va a casa sua poi venga intercettato, è una concezione un po’ estensiva dell’immunità, lui pretenderebbe l’immunità telefonica non soltanto per sé, ma anche per tutti quelli che lo conoscono, una forma di immunità contagiosa che purtroppo è ancora sconosciuta ai nostri codici, naturalmente il governo provvederà presto.
Leggi tutto

Bunga bunga con Ruby
Ma in realtà andando a vedere cosa è successo, cosa ha scoperto questa inchiesta, sappiamo che questa Ruby viene invitata per la prima volta a Arcore il 14 febbraio dello scorso anno, poco meno di un anno fa per la festa di San Valentino, lo scoprono i magistrati quando tracciano i movimenti del suo cellulare.
Leggi tutto

Utilizzatore finale di prostituzione minorile
Qual è il reato che i magistrati ritengono che venga commesso nella Villa di Arcore in queste “feste”, in questi tristi festini ai quali pare partecipino anche di tanto in tanto Emilio Fede, Carlo il Rossella, sono persone anziane, potete immaginare questa scena triste di queste ragazze sui 16/18/20 anni che si esibiscono davanti a questi 70/80 enni, che sbavano, una cosa di una patologia che toglie qualsiasi aspetto di allegria, di festosità e di vitalità checché ci venga raccontano, il reato che i magistrati individuano essere stato commesso in casa Berlusconi è il reato di prostituzione minorile, leggo dall’articolo 600 bis del Codice Penale secondo comma “chiunque induce alla prostituzione una persona di età inferiore agli anni 18, ovvero ne favorisce o sfrutta la prostituzione, è punito con la reclusione da 6 a 12 anni e con la multa da 15.493 a 154.937.000 euro” questo è il reato contestato a Fede, Mora e Minetti, non a Berlusconi, questo è lo sfruttamento, il favoreggiamento della prostituzione minorile.
Leggi tutto

L’autogol di Mavalà Ghedini
Ecco perché non c’è nessun bisogno di autorizzazione a procedere del Parlamento per processare Berlusconi, e verrà processato non dal Tribunale dei Ministri, deve essere processato dal Tribunale ordinario.
Leggi tutto

Più che avviarlo al carcere, bisognerebbe avviarlo in un reparto specialistico, curarlo e possibilmente toglierlo da Palazzo Chigi e in questo momento, visto che non abbiamo opposizione, gli unici che lo possono fare sono quelli che siedono sopra di lui e sopra di lui c’è solo il Capo dello Stato, chissà se è nelle condizioni di capire che noi non possiamo più andare avanti con un governo presieduto da uno così, passate parola!

Tratto da www.beppegrillo.it