Durante la seduta plenaria di ieri al Parlamento Europeo ho voluto utilizzare il minuto che è concesso ad ogni deputato che ne faccia richiesta, il cosiddetto “one minute speech”, per parlare di Berlusconi e dei suoi rapporti con Cosa Nostra. Mi è sembrato giusto dare eco internazionale al documento pubblicato da Il Fatto Quotidiano in cui il defunto sindaco mafioso di Palermo, Vito Ciancimino, parlava di Berlusconi e Dell’Utri come parti del suo stesso sistema politico mafioso. Sono convinta che i panni sporchi di sangue innocente si debbano lavare in piazza, perchè in Europa non si convincano che Berlusconi è solo un menestrello a volte un po’ spinto ma è uno che è stato iscritto nel registro degli indagati per le stragi del 1992.

Di seguito riporto la trascrizione dell’intervento e cliccando qui potete trovare il video dell’intervento.

Presidente, il giornale italiano “Il Fatto Quotidiano” ha pubblicato sabato un documento autografo dell’ex sindaco mafioso di Palermo, Vito Ciancimino, in cui lo stesso scriveva che Marcello Dell’Utri e Sivlio Berlusconi erano, come lui, figli “della stessa lupa”, ovvero appartenevano allo stesso sistema politico-mafioso. Questa notizia, al vaglio della magistratura, arriva mentre sta venendo a galla la verità sulle stragi mafiose del 1992 in cui morirono i giudici Falcone e Borsellino, ovvero che lo Stato trattò con la mafia per la fine della stagione delle bombe e che ciò favorì, come sembra, la nascita del partito del premier, Forza Italia, fondato proprio assieme a Dell’Utri, condannato a 7 anni per mafia e tutt’ora senatore del Parlamento italiano.

Anche alla luce di ciò e alla luce dell’ultimo omicidio, quello del sindaco Angelo Vassallo ucciso dalla camorra, ribadisco l’importanza della richiesta dell’Alde che, dietro mia continua pressione, ha chiesto nuovamente in commissione Libe una relazione sulla mafia a livello Ue. L’Europa non può continuare a voltare la faccia dall’altra parte per paura di affrontare un problema che non è più locale ma globalizzato e che in questo momento riguarda da vicino il governo di uno Stato membro.