Lavrov: “Ue e Nato come Hitler, preparano guerra contro Russia”. Agenzia per il nucleare: “Preoccupazione per lo staff di Zaporizhzhia”

Kiev annuncia il ritiro da Severodonetsk. Continua l’avanzata dei russi intorno a Lysychansk. Il Cremlino: "I rapporti fra Russia e Ue hanno toccato il fondo". A Kherson ucciso un funzionario russo. Turchia: "Trovato consenso generale sul grano". Fonti Ue: “Nessun piano" a luglio per summit su energia chiesto da Draghi

Aggiornato: 19:45

  • 15:37

    Draghi: “Putin ha tagliato forniture”

    “Sui prezzi dell’energia i Paesi sono molto esitanti ad agire, ho un chiesto Consiglio straordinario sull’energia a luglio ma mi è stato fatto notare che non abbiamo ancora uno studio sul quale discutere. Ecco, ora nella risoluzione finale il Consiglio invita la Commissione a produrre questo studio entro settembre, per poi discuterne nel Consiglio di ottobre”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa a Bruxelles. 

  • 15:35

    Draghi: “Presto studio su energia, ne parleremo a ottobre”

    “Sui prezzi dell’energia i Paesi sono molto esitanti ad agire, ho un chiesto Consiglio straordinario sull’energia a luglio ma mi è stato fatto notare che non abbiamo ancora uno studio sul quale discutere. Ecco, ora nella risoluzione finale il Consiglio invita la Commissione a produrre questo studio entro settembre, per poi discuterne nel Consiglio di ottobre”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa a Bruxelles.

  • 15:33

    Leader Ue: “Coordinarsi su energia”

    “Il Consiglio europeo invita il Consiglio, insieme alla Commissione, ad adottare tutte le misure appropriate per assicurare un più stretto coordinamento energetico tra gli Stati membri”. È quanto si legge nelle conclusioni del vertice europeo che, quindi, rispetto all’ultima versione della bozza, nel testo vede aggiunto un ulteriore punto sul dossier energia. 

  • 15:32

    Von der Leyen: “Piano per emergenza energetica a luglio”

    A luglio la Commissione europea presenterà un piano europeo per affrontare l’emergenza energetica attraverso la riduzione della domanda. Lo ha annunciato la presidente della Commissione Ue Ursua von der Leyen al termine del vertice Ue. “Lavoreremo con i Paesi per evitare frammentazioni – ha detto la presidente – e il ritorno ai combustibili fossili”. 

  • 15:30

    Michel: “Primo incontro comunità Ue dopo estate”

    “È possibile” che il primo incontro della comunità politica europea sia “a Praga dopo l’estate, sotto la guida della presidenza di turno dell’Ue della Repubblica Ceca”. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, al termine del vertice europeo. La comunità politica europea, lanciata dal presidente francese Emmanuel Macron, “non è un’alternativa all’allargamento”, ha sottolineato.

  • 15:28

    Draghi: “Inflazione da energia si espande”

    Bisogna “agire subito sui prezzi dell’energia perché sta succedendo che da un’inflazione che dipendeva sostanzialmente dall’energia ora dipende anche da altre cose. Questi aumenti si spargono e diventano aumenti di altre merci”. Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa.  

  • 15:26

    Draghi: “Dipendenza gas russo scesa da 40 a 25%”

    “Si è parlato di energia, di cosa fare per i prezzi così alti. L’Italia, per gli stoccaggi, sta andando molto bene e la dipendenza dal gas russo, che era il 40% l’anno scorso, oggi sta al 25%: le misure che abbiamo messo in campo iniziano a dare risultati”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa. 

  • 15:24

    Scholz: “Urgenti riforme Ue”

    Nell’Unione europea “abbiamo bisogno di riforme che sono urgentemente necessarie“. Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz incontrando la stampa al termine del Consiglio europeo a Bruxelles. Servono decisioni “maggioritarie per esser sicuri che le regole della democrazia e dello stato di diritto siano applicate negli Stati membri”, ha spiegato. E quanto alla composizione numerica “la Commissione non deve allargarsi man mano che si allarga” l’Unione. 

  • 15:21

    Draghi: “Proteggiamo potere acquisto italiani”

    “Nell’area dell’euro, soprattutto a causa dei prezzi dell’energia e dell’inflazione, le previsioni sono di un rallentamento un po’ in tutti i Paesi. Noi siamo impegnati a proteggere e sostenere il potere d’acquisto degli italiani”. Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa a Bruxelles.  

  • 15:18

    Draghi: “Allargamento Ue sarà meno burocratico”

    “Si è deciso che il processo di allargamento, così esigente e burocratico, resterà esigente ma sarà molto meno burocratico, l’Ue assumerà una dimensione meno arcigna”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa a Bruxelles. 

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui