Lavrov: “Ue e Nato come Hitler, preparano guerra contro Russia”. Agenzia per il nucleare: “Preoccupazione per lo staff di Zaporizhzhia”

Kiev annuncia il ritiro da Severodonetsk. Continua l’avanzata dei russi intorno a Lysychansk. Il Cremlino: "I rapporti fra Russia e Ue hanno toccato il fondo". A Kherson ucciso un funzionario russo. Turchia: "Trovato consenso generale sul grano". Fonti Ue: “Nessun piano" a luglio per summit su energia chiesto da Draghi

Aggiornato: 19:45

  • 12:12

    Lavrov: “Candidature Ucraina e Moldavia non ci minacciano”

    Le candidature dell’Ucraina e della Moldavia all’ingresso nella Ue non pone alcuna minaccia a Mosca. Lo ha detto il ministro degli Esteri Serghei Lavrov, citato dalle agenzie russe. Poco prima il Cremlino aveva derubricato la questione come “un affare interno” degli europei.  

  • 12:11

    Mosca: “A Kherson attentato terroristico”

    L’attentato in cui oggi a Kherson è stato ucciso un funzionario dell’amministrazione provvisoria insediata dagli occupanti russi è un atto “terroristico” che deve essere “affrontato nella maniera appropriata”. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, denunciando anche un attacco sventato nella stessa città contro un albergo che ospita rifugiati. 

  • 12:03

    Cremlino: “Rapporti Russia-Ue hanno toccato il fondo”

    I rapporti tra la Russia e l’Unione europea hanno già toccato “il fondo” ed è difficile “scendere più in basso”. Lo afferma il Cremlino. 

  • 11:44

    Cremlino: “Candidatura di Kiev? Questione interna europea”

    “Un affare interno dell’Europa”. Così il Cremlino ha commentato la decisione della Ue di conferire lo status di candidato all’Ucraina per entrare nell’Unione

  • 11:41

    Svezia: “Vertice Ue su energia sia per prendere decisioni”

    Sulla convocazione di un Consiglio europeo straordinario sull’Energia “spetta al presidente del Consiglio Charles Michel vedere cosa sia necessario, ma se avremo un incontro in più dovremo essere in grado di prendere un qualche tipo di decisione, altrimenti penso che forse non è il modo più produttivo di usare il nostro tempo”. Così la premier svedese, Magdalena Andersson, al suo arrivo al vertice dei capi di Stato e di governo dell’Ue a Bruxelles.

  • 10:40

    Lysychansk, danneggiato il ponte di accesso alla città

    “I russi hanno effettuato attacchi aerei all’ingresso di Lysychansk, danneggiando il ponte di accesso. Ora solo le auto potranno attraversarlo, nessun camion invece entrerà in città”. Lo comunica su Telegram Sergei Haidai, capo dell’amministrazione militare regionale di Luhansk, a poche ore dall’annuncio del ritiro delle truppe da Severodonetsk, città che – spiega Haidai – “è stata bombardata quasi ogni giorno dai russi per quattro mesi” e dove “il numero dei morti è in aumento”. Il governatore descrive una situazione difficile anche a Lysychansk, con “i russi che avanzano verso la città da Zoloty e Toshkivka” e “sei sistemi missilistici Tochka-U che hanno lasciato Starobilsk in direzione Lysychansk”.

  • 10:28

    Svezia: “Nuovo vertice su energia? Senza decisioni è perdita di tempo”

    Sulla convocazione di un Consiglio europeo straordinario sull’Energia “spetta al presidente Michel vedere cosa è necessario, ma se avessimo un incontro in più dovremmo essere in grado di prendere delle decisioni, altrimenti penso che forse non è il modo più produttivo di usare il nostro tempo”. Così la premier svedese, Magdalena Andersson, al suo arrivo al vertice europeo.

  • 10:26

    Baerbock: “Situazione grano drammatica, servono soluzioni”

    La situazione dovuta alla scarsità del grano è “terribilmente drammatica”. Lo ha detto la ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock, nella conferenza stampa a Berlino che precede il vertice internazionale sulla sicurezza alimentare in programma oggi nella capitale tedesca. “La Russia usa la fame consapevolmente come un’arma di guerra”, ha scandito. “La narrativa russa secondo la quale la crisi alimentare dipenderebbe dalle sanzioni è completamente falsa – ha aggiunto – e noi dobbiamo occuparci dei problemi creati da altri”. Baerbock ha sottolineato che il vertice di Berlino è stato convocato “per offrire soluzioni”.

  • 10:11

    Chernihiv, nella notte nuovi bombardamenti al confine

    Nella regione di Chernihiv, nell’Ucraina nord orientale, si sono registrati questa notte nuovi bombardamenti al confine con la Russia. Lo comunica su Telegram il governatore Vyacheslav Chaus. In particolare ci sono stati “cinque attacchi con lanciagranate vicino a Senkivka, al confine con la Russia, e venti esplosioni di mortaio vicino a Semenivka”.

  • 10:04

    Ue, Kuleba: svolta da visita a Kiev di Draghi, Macron e Scholz

    La recente visita a Kiev di Macron, Draghi e Scholz, insieme con il premier romeno, è stata il punto di svolta per la candidatura dell’Ucraina nell’Unione Europea. Prima di allora la situazione era molto fragile”. Lo ha affermato il ministro degli Esteri ucraino, Dmitry Kuleba, come riportato dall’agenzia Unian. “Il presidente francese Emmanuel Macron – ha aggiunto – ha svolto un ruolo molto importante. L’elenco degli scettici era noto da molto tempo: i Paesi Bassi, la Danimarca, la Svezia, il Portogallo. La Germania era in questo gruppo”

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui