Sandro Ruotolo, responsabile Informazione nella segreteria del Pd, chiede alla Rai di garantire un’informazione più corretta anche per quel che è accaduto venerdì a Pisa, dove studenti delle superiori in corteo per la Palestine sono stati caricati con violenza dalla Polizia. Un episodio stigmatizzato anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “La ferita di Pisa è più profonda di quella che appare”, dichiara Ruotolo. “Se ne fa interprete il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che al ministro Piantedosi ricorda: l’autorevolezza non si misura con i manganelli”. Il responsabile informazione del Pd rimarca come la risposta popolare di ieri sera a Pisa sia stata “straordinaria e ci rincuora” ma anche come nel paese sia “aperta una questione democratica”.

Ruotolo afferma che c’è “un uso volutamente strumentale da parte del ministro degli Interni Piantedosi delle forze dell’ordine responsabili delle troppe manifestazioni di piazza finite con incidenti e delle identificazioni dei manifestanti. Vogliamo ricordare solo l’identificazione alla prima della Scala di Milano dell’uomo che aveva urlato dal loggione: ‘Viva l’Italia antifascista’. C’e’ un clima volutamente pesante, dove si mette in discussione il diritto di manifestare il proprio pensiero. Telemeloni dal canto suo nasconde le notizie scomode e fa propaganda politica su partiti di maggioranza violando addirittura la par condicio come e’ successo ieri sera”. “Nell’attesa che il ministro Piantedosi riferisca in Parlamento chiediamo ai vertici della Rai di garantire un’informazione corretta e di dar voce alle tante voci di protesta nei confronti dell’uso dei manganelli da parte del governo Meloni”, conclude Ruotolo.

Articolo Precedente

Al primo congresso di Forza Italia ci sono i seggi ma non si vota: tutti eletti per acclamazione. Gasparri: “Voi guardate nell’immondizia”

next
Articolo Successivo

Cannabis, Schlein e Grillo: “Berlino l’ha legalizzata, muoviamoci”. Gasparri: “Si vergognino, vogliono dare droghe ai ragazzi”

next