Un piccolo dono che però può portare a un grande risultato. Jannik Sinner ha deciso di mettere all’asta una sua racchetta per aiutare un bambino piacentino di 5 anni. L’iniziativa di solidarietà, della quale ha dato notizia oggi il quotidiano Libertà di Piacenza, è stata ideata dalla parrocchia di Ghiffa, nel Verbanese, in cui risiede la famiglia paterna del piccolo, insieme all’associazione Kenzio Bellotti di Omegna, che già in passato aveva collaborato con Sinner. Il finalista delle Atp Finals e vincitore della Coppa Davis si è detto felice di poter donare una propria racchetta per un fine nobile.

Il piccolo, nato a Piacenza, è infatti affetto da una rara malattia neurologica, la sindrome di Gillespie, che colpisce circa 30 persone in tutto il mondo. Ha bisogno di assistenza continuativa e terapie riabilitative e per questa ragione è stata anche avviata il mese scorso una raccolta fondi sul portale GoFundMe. Attualmente non esistono farmaci per curarlo ma una speranza, in teoria, ci sarebbe, perché, spiegano i genitori, “ci è stata rivelata recentemente la scoperta di una piccola molecola che potrebbe migliorare il funzionamento dell’ITPR1 e permettergli di fare cose che oggi per lui sono quasi impossibili. Ci siamo subito prestati alla ricerca e abbiamo donato, per cominciare, il nostro sangue oltre che promosso una raccolta fondi“. A cui ora Sinner spera di poter dare il suo contributo.

Articolo Precedente

Milan, Thiaw via da San Siro in stampelle: pessime notizie dopo gli esami. Ora Pioli non ha più un difensore

next
Articolo Successivo

Jannik Sinner a San Siro per vedere il Milan, i tifosi rossoneri lo celebrano così – Video

next