Il collegio sicuro per il centrodestra? È l’Atalanta. Il Pd invece ha il suo feudo nella Fiorentina, così come pure Italia Viva. Sono i risultati del sondaggio di Termometro Politico su calcio e tifo in vista delle elezioni di settembre. Se le squadre fossero partiti, il primo sarebbe come ben noto la Juventus, squadra preferita dal 23,9 per cento degli intervistati. E in casa Juve il primo partito è il Pd, votato dal 23,1 per cento dei tifosi, ma a livello di coalizione è ampiamente in vantaggio il centrodestra al 46,5 per centro grazie al fatto che la Lega realizza la sua seconda performance migliore proprio in casa Juve (17,9 per cento).

Poi il Milan al 18 per cento: tra i rossoneri il centrodestra va ben oltre la maggioranza assoluta e arriva al 54,3 per cento. Questo grazie al fatto che probabilmente non si è affievolita la gratitudine per l’ex presidente Silvio Berlusconi, visto che Forza Italia ottiene il risultato più alto proprio in casa rossonera (13,4 per cento). E l’Inter, poco distante e sostenuta dal 17,5 per cento degli intervistati, pure vede trionfare il centrodestra con la maggioranza assoluta: il partito di maggioranza relativa per il popolo nerazzurro è di gran lunga Fratelli d’Italia, col 27 per cento dei consensi, ma anche in casa interista il Cav raccoglie ampio consenso col 12,4 per cento per Forza Italia.

Più dietro il Napoli, squadra del cuore del 10,3 per cento degli intervistati: il Maradona è la roccaforte grillina, qui infatti i Cinque Stelle conquistano la miglior performance intercettando le intenzioni di voto del 17 per cento dei supporters, quasi doppia rispetto alle altre…curve. Ma in generale tra i napoletani il partito di maggioranza relativa è il Pd, col 26,4 per cento dei consensi: non sfonda Salvini, la sua Lega tra gli azzurri ottiene il 6,7 per cento, peggior risultato tra le squadre di Serie A.

Più dietro la Roma: pure tra i giallorossi sono i Dem il partito di maggioranza relativa col 25,1 per cento, tallonati da Fratelli d’Italia col 23 per cento. Da segnalare poi l’ottima performance di Azione/Italia Viva al 6,6 per cento probabilmente grazie all’effetto Calenda. Ma il derby Calenda/Renzi lo vince il secondo, visto che la sua performance nel suo feudo, quello della Fiorentina, è migliore di quello leader di Azione a Roma: la compagine centrista a Firenze infatti ottiene l’8,2 per cento delle intenzioni di voto degli intervistati.

Tra i tifosi della Lazio stravince la Meloni, col 30,1 per cento, ma il centrodestra si affievolisce per le performance di Lega e Forza Italia, che non sfondano tra il popolo biancoceleste. Per contro vanno molto bene tra i laziali i Cinque Stelle col 10,2 per cento dei consensi. Infine l’Atalanta: qui il centrodestra veleggia addirittura intorno al 60 per cento. I nerazzurri tolgono addirittura ai laziali il primo posto della passione per la Meloni: vorrebbe votarla il 31,2 per cento degli atalantini. Ovviamente poi la Lega ottiene il miglior risultato tra i tifosi nerazzurri: 20,8 per cento.

Nel resto della Serie A il Pd è il partito di maggioranza relativa, col 23,3 per cento dei voti seguito da Fratelli d’Italia al 23,3 per cento. E in una Serie A composta per lo più da squadra del Nord è la Lega il terzo partito, col 15,3 per cento delle intenzioni di voto dei tifosi.

Articolo Precedente

Gli stadi vuoti della Serie A: tra impianti inadeguati e poco spettacolo, il confronto col resto d’Europa è già impietoso

next
Articolo Successivo

Mourinho e la Juventus, lo scontro infinito: dagli sfottò a Ranieri alle tre dita di Manchester

next