Wanda Nara è di nuovo al centro della bufera in Argentina. L’ex domestica della famiglia Icardi ha denunciato i suoi ex datori di lavoro per sfruttamento. Carmen Cisnero ha parlato di maltrattamenti, stipendi mai arrivati e schiavismo. La donna è improvvisamente diventa la protagonista della tv sudamericana e le sue dichiarazioni hanno spinto anche altre colf e domestiche a protestare contro Nara. “Stiamo organizzando una marcia contro la Nara, stiamo cercando altri sostenitori. Bisogna difendere la nostra professione”, ha dichiarato a Mitre Live Daiana Carolina González, leader dell’associazione pro collaboratori domestici, che si è schierata dalla parte di Cinsero.

Wanda Nara ha sempre negato le accuse, smentendo la versione della ex domestica e assicurando di averla trattata come una della famiglia. Cinsero era già al centro delle attenzioni mediatiche in Argentina per il vocale in cui Wanda Nara rivelava un imminente divorzio da Mauro Icardi. Nell’audio incriminato, infatti, la show girl e procuratrice si rivolgeva proprio a Carmen Cinsero.

“Sono davvero indignata da quello che ha fatto Wanda Nara, dal suo atteggiamento orribile. – ha dichiarato González – Con tutti i soldi che ha queste cose non possono accadere. Trattare una persona in quel modo! Abbiamo parlato con Carmen, ci ha detto tutta la storia, ogni dettaglio. Quello che è successo a lei non deve ricapitare ad altre persone. Quello che ha fatto Wanda a Carmen è imperdonabile“. Nell’intervista a Mitre Live, la donna ha anche aggiunto: “Carmen ora ha paura delle minacce. A casa Icardi c’è molta violenza e sa anche di infedeltà di cui non vuole parlare apertamente”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tuffi, europei nuoto 2022: argento per Chiara Pellacani e Elena Bertocchi nel sincro femminile 3 metri

next
Articolo Successivo

Thomas Ceccon, genesi di un campione: perché da quest’anno è entrato in un’altra dimensione

next