In Italia il casi di vaiolo delle scimmie raggiungono quota 644. L’incremento rispetto all’ultima rilevazione del 9 agosto è di 45 casi, quelli collegati a viaggi all’estero sono 182. Lo indica l’ultimo bollettino del Ministero della Salute. Resta forte la predominanza maschile: 634 uomini contro 10 donne.

L’età mediana dei pazienti è di 37 anni (per un range che va dai 18 ai 71 anni). La regione con il più alto numero di casi confermati resta la Lombardia con 283, seguita da Lazio (118), Emilia Romagna (69), Veneto (44), Toscana (30), Piemonte (25), Campania (21), Liguria e Puglia (13), Friuli Venezia Giulia (11). Ferme a 5 le regioni che non hanno ancora segnalato nessuna infezione da Monkeypox virus (Basilicata, Calabria, Molise, Umbria e Valle d’Aosta). Le restanti, comprese le province autonome di Bolzano e di Trento, contano meno di 10 contagi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alluvione nel Reggino, a Scilla i fiumi di fango portano via le auto: il video dei danni

next
Articolo Successivo

Incastrato nel tunnel a Roma, tornano liberi i due uomini arrestati: “Passavamo lì per caso”. Il processo a dicembre

next