I suoi incarichi in aziende di Stato russe e i legami con Vladimir Putin non sono motivazioni sufficienti per espellerlo dal partito. Così la commissione del sottodistretto della regione di Hannover della Spd tedesca ha deciso che l’ex cancelliere tedesco Gerhard Schröder, oggi con ruoli nell’azienda russa Rosneft, in Nord Stream 2 AG e fresco di nomina nel consiglio di sorveglianza di Gazprom, potrà rimanere membro del partito socialdemocratico.

Secondo quanto stabilito dai membri della commissione incaricata di valutare il suo caso, competente per la sezione Spd Oststadt-Zoo, dove l’ex cancelliere è iscritto al partito, l’ex capo del governo di Berlino non ha violato le regole del partito con il suo impegno per le aziende statali russe, respingendo così almeno 17 richieste di procedimento disciplinare contro di lui da parte di gruppi regionali Spd da tutta la Germania.

Non si tratta di una decisione senza appello, comunque. In caso di ricorso, il giudizio potrà passare alla sezione superiore Spd di Hannover e poi alla commissione arbitrale federale del partito.

Tra le voci più critiche all’interno del partito socialdemocratico tedesco si era levata addirittura quella della copresidentessa Saskia Esken che aveva chiesto apertamente all’ex cancelliere di dimettersi dal partito. I dirigenti della Spd Lars Klingbeil e la stessa Esken avevano già chiesto con una lettera a febbraio di lasciare tutti gli incarichi per le aziende russe. “Sarebbe stato necessario per salvare il suo prestigio come cancelliere un tempo di successo. Ma a questo consiglio non è purtroppo stato dato ascolto”, ha detto in un’intervista alla Deutschlandfunk. “Dobbiamo smettere di trattarlo come anziano uomo di Stato e percepirlo come vecchio cancelliere”, ha detto Esken all’indirizzo di Schröder, “la sua difesa di Vladimir Putin dalle accuse di crimini di guerra è decisamente assurda”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ucraina, Mosca: “Attività della centrale di Zaporizhzhya ridotta per motivi di sicurezza”. Onu: “Attacco all’ impianto è una cosa suicida”

next
Articolo Successivo

Zelensky incontra l’attrice Jessica Chastain a Kiev: “Per noi visite di personaggi famosi estremamente preziose”

next