“Sono incredula, qui si parla sempre di serietà. Ma non è serio cambiare idea ogni tre giorni. E non è serio farlo se ci si candida a governare il Paese. Tanto più che la bozza dell’intesa col Pd l’ha scritta proprio Calenda“. A dirlo è stata Emma Bonino, ospite a In Onda, su La7, parlando della rottura decisa dal leader di Azione con il Partito democratico. L’ex ministra degli Esteri, evidentemente adirata, ha raccontato il retroscena, dalla parte di +Europa, che ha avuto come epilogo l’uscita di Carlo Calenda dalla federazione col centrosinistra. “Quattro giorni fa erano tutti d’accordo, bene, bravi, applausi. Dal giorno dopo hanno iniziato a circolare le voci sulla delusione delle persone vicine a Calenda. Il mio segretario, Benedetto Della Vedova, ha provato a convincerlo. Finché non gli ha detto che sarebbe stato inutile vedersi, e che tutto era già deciso”.

Video La7

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pd, Cuperlo a La7: “Legge elettorale ci obbliga a questi accordi”. Ma arriva in diretta il messaggio di Patuanelli: “L’avete fatta voi”

next
Articolo Successivo

La7, lite Rossi (Azione) – Cambi (La Verità): “Avviato dialogo tra Calenda e Renzi, hanno affinità”. “Ma non avete detto che Iv è una setta?”

next