Non sbaglia nulla: calcolatore nelle prime fasi di gara, spietato nella seconda parte di gran premio. Francesco Bagnaia trionfa a Silverstone nel Gp di Gran Bretagna. È il quarto successo stagionale, il secondo consecutivo dopo Assen, ma soprattutto quello che lo rilancia nella corsa per il Mondiale. Il torinese sulla Ducati è stato praticamente perfetto, mentre i suoi rivali hanno faticato e non poco. Per Aleix Espargaro, dopo la tremenda caduta di sabato, era prevedibile, il passo falso di Fabio Quartararo era inatteso, al di là del long lap penalty che ha dovuto scontare. Il leader del Mondiale ha chiuso addirittura in ottava posizione. Nella classifica del Mondiale, Bagnaia riduce sensibilmente il divario dal leader Quartararo. Il francese è primo con 180 punti, seguito da Aleix Espargaro con 158 e Bagnaia con 131.

A Silverstone è stato soprattutto il weekend della Ducati, con Jack Miller sul podio davanti a Enea Bastianini (Team Gresini) e Jorge Martin (Team Pramac). Ma è stata anche la gara di un ritrovato Maverick Vinales, capace finalmente di avere un grande ritmo sulla sua Aprilia e soprattutto di trovarsi a suo agio nella mischia, con una serie di sorpassi che lo hanno portato fino alla seconda posizione. Al penultimo giro ha provato anche l’attacco a Bagnaia, che ha saputo difendere la prima posizione: forse è arrivato ad attaccarlo troppo tardi. Dietro ai primi cinque, tutti su moto italiana, ha chiuso Miguel Oliveira con la Ktm. Ottavo appunto Quartararo, che può sorridere solamente perché Espargaro con i postumi dell’high side ha chiuso appena dietro di lui, in nona posizione. Chiude la top ten un altro italiano su Ducati: Marco Bezzecchi.

“Non è stato facile, per tutto il weekend abbiamo avuto problemi sul posteriore. Ma oggi abbiamo fatto un grande passo avanti nel warm-up, anche se mancava qualcosa che poi in gara abbiamo trovato. Devo ringraziare il team che ha fatto un lavoro fantastico, è stata forse le vittoria migliore della mia carriera. Sono davvero molto contento, è incredibile”, ha commentato “Pecco” Bagnaia dopo la vittoria a Silverstone. Entusiasta anche Vinales: “Ho spinto al massimo per tutta la gara, in partenza ho avuto difficoltà sul posteriore ma sono riuscito a rimontare. Nel finale ho provato ad attaccare ‘Pecco’, avevamo un ritmo fantastico ma dobbiamo partire davanti. Sono contento, perché siamo sempre più forti e dobbiamo continuare così”. Prossimo appuntamento con il Mondiale MotoGp il 21 agosto sul Red Bull Ring di Spielberg, in Austria.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MotoGp Gran Bretagna, pole di Zarco davanti a Vinales. Miracolo Espargaro: è sesto dopo un terribile high side

next
Articolo Successivo

MotoGp Austria, si corre a Spielberg: gli orari di qualifiche e gara, dove vederle in tv (Sky e Tv8)

next