Sullo Stelvio si scia. Gli skilift per lo sci estivo sono aperti. Il ghiacciaio però è già in una situazione critica, soprattutto se si pensa che siamo solo a fine giugno, con tutta l’estate davanti. Lo zero termico nelle ultime settimane si è frequentemente mantenuto sopra i 4mila metri. E a complicare il tutto anche l’umidità, su livelli molto alti. “La situazione del ghiacciaio non è rosea, considerato che siamo ancora a giugno” spiega Umberto Capitani, direttore degli impianti.

Funivie e skilift sono stati aperti lo scorso 28 maggio, dopo un inverno particolarmente avaro di precipitazioni. Di fatto l’unica nevicata rilevante è stata quella a cavallo dei mesi di novembre e dicembre. Gli impianti per ora sono aperti, ma se non dovesse cambiare qualcosa non è escluso che venga presa in considerazione una chiusura anticipata.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Siccità, conseguenze anche per le acque minerali? Attivate misure per il “livello non ottimale della portata”

next
Articolo Successivo

Siccità, così l’agricoltore della Bergamasca riesce a risparmiare il 60% d’acqua: ‘Con impianto a pivot la dosiamo al millimetro evitando sprechi’

next