Un pilota di 51 anni è morto mentre correva al 17mo Rally storico campagnolo, nel Vicentino: era a bordo dell’auto numero 88 e guidava con la figlia 21enne al fianco come navigatore quando ha avuto un malore improvviso percorrendo la tappa di trasferimento di Recoaro. La vittima, Michele Bortignon, è riuscita ad accostare ma non ha più ripreso conoscenza. Sul posto si è recato l’elicottero di Verona emergenza e i medici hanno tentato di rianimare l’uomo senza successo. La figlia non ha riportato nessuna lesione. Oltre che da lei, l’uomo si era fatto accompagnare anche dal figlio 13enne che lo aspettava al box di sosta.

A seguito dell’accaduto, la gara è stata annullata. Bortignon era tornato al volante delle auto di rally nella gara organizzata da Rally Club Team Isola Vicentina dopo un lungo periodo di inattività. L’organizzatore Renzo De Tomasi, il presidente di Aci Vicenza Luigi Battistolli e la direzione gara si sono detti “vicini ai familiari in questo particolare momento”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, 18.255 nuovi casi e 66 morti. Il tasso di positività al 9,4%. Da inizio epidemia quasi 4 milioni di casi negli under 19

next
Articolo Successivo

Vaiolo delle scimmie, altri due casi sospetti in Italia. In Francia vaccinate due persone considerate contatti stretti

next