Nel governo “ci sono delle fibrillazioni, ma non ci possiamo permettere un Papeete 2, che abbiamo già vissuto in altre epoche ed erano tempi di pace. Se non ce lo potevamo permettere all’epoca, figuriamoci adesso”. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a margine dell’evento Alis on Tour a Roma. “Siamo in piena guerra, con un livello di inflazione che continua a salire in tutta Europa con il prezzo dei beni di prima necessità e del pane che sale in tutto il mondo a causa del blocco militare in Ucraina da parte della Russia”, ha spiegato. “Di fronte a una crisi” come questa “il lavoro che dobbiamo fare è portare questo governo fino alla fine, per dare stabilità al Paese ed evitare scossoni economici e finanziari che poi pagherebbero le famiglie”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Senato, Castellone (M5s): “Draghi passi in Parlamento prima del Consiglio Ue”. Faraone (Iv): “Grave che partito di maggioranza voti contro calendario”

next
Articolo Successivo

Senato, M5s rinuncia alla vicepresidenza in commissione Esteri: eletto Di Micco (Misto)

next