I difensori di Azovstal hanno ricevuto da Kiev l’ordine di smettere di combattere. Lo ha annunciato in un videomessaggio il comandante del battaglione Azov Denys Prokopenko ancora nell’acciaieria dopo che, secondo Mosca, circa in duemila si sono arresi. “Il comando militare superiore ha dato l’ordine di salvare la vita dei soldati della nostra guarnigione e di smettere di difendere la città” di Mariupol, ha detto Prokopenko. “I civili sono stati evacuati – continua Prokopenko -, i feriti gravi hanno ricevuto l’assistenza necessaria e sono stati evacuati, per quanto riguarda i morti – invece – il processo continua. Ma spero che nel prossimo futuro i parenti e l’intera Ucraina possano seppellire i loro soldati con onore”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’esercito israeliano non aprirà alcuna inchiesta sull’uccisione della reporter Shireen Abu Akleh. “Nessun sospetto di illecito”

next
Articolo Successivo

Zelensky, dalle accuse di russofilia alla candidatura mancata nel 2014 e la fama (anche in Russia): ambiguità e grandezze di un presidente – L’anticipazione

next