Dopo una settimana di lavoro in un locale sulla costa toscana, una ragazza ha scoperto, rivolgendosi alla titolare del bar, che non avrebbe ricevuto nessuno stipendio per il suo stage all’interno di un percorso formativo, nemmeno un rimborso spese. Infuriata, la stagista – stando al racconto della titolare – ha lanciato un posacenere nel locale, senza arrecare danni a persone, per poi allontanarsi prima dell’arrivo della polizia.

Il fatto è avvenuto venerdì intorno alle 14, in un locale di Tirrenia, lungo la costa pisana. La titolare del locale, di fronte alla reazione della ragazza, ha scelto di rivolgersi alle forze dell’ordine, che hanno constatato che i danni provocati dal gesto riguardavano soltanto alcuni oggetti nel locale. La ragazza si era nel frattempo allontanata e, non essendoci stati danni alle persone, non hanno neanche provveduto a rintracciarla. La signora, si apprende, sta valutando la possibilità di sporgere querela per i danni subiti.

I dati ufficiali di Istat e Inps dicono che i lavori stagionali e i lavori a tempo determinato continuano a crescere: nel settore della ristorazione – anche in quella stellata – le condizioni lavorative degli stagisti, come documentato in una serie di articoli e reportage su Ilfattoquotidiano.it, ci si imbatte in turni fino a 17 ore giornaliere, straordinari non pagati, altissima rotazione di stagisti sottoposti a pressioni e ritmi massacranti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Citroën, quando il benessere aziendale e il lavoro femminile si incontravano

next
Articolo Successivo

Inchiesta su sicurezza e salute dei rider, il gip di Milano archivia: “Glovo, Ubereats, Deliveroo e JustEat si sono messe in regola”

next