Enea Bastianini ha vinto il Gran premio di Francia della classe MotoGp, a Le Mans, in sella alla sua Ducati. Il pilota di Rimini ha preceduto sul traguardo l’australiano Jack Miller, anche lui su una Ducati. Si è classificato terzo lo spagnolo Aleix Espargaró, che correva con l’Aprilia. Francesco “Pecco” Bagnaia, anche lui su Ducati, è caduto in pista (senza riportare lesioni) ed è stato costretto a ritirarsi durante il 22esimo giro, mentre si trovava alle spalle di Bastianini. Ai piedi del podio, Fabio Quartararo.

Bastianini, che oggi ha portato a casa la terza vittoria stagionale, si è detto “contento per questa gara, abbastanza inattesa”. Per il pilota di Rimini “è stato un weekend piuttosto complicato con alcune cadute che sono insolite. Quando ho visto Pecco molto vicino ho capito che dovevo stare dietro” ha aggiunto il pilota team Gresini della Ducati. “Poi ho cercato di recuperarlo per farlo innervosire un pochino, alla fine lui è andato lungo e ho vinto la gara. Ringrazio anche il mio team che ha lavorato tanto per questo Gran Premio per darmi la moto migliore”.

“Sono contento di esser tornato sul podio dopo esser stato in battaglia nelle ultime due gare senza aver però raccolto nulla” ha detto Jack Miller, che ha conquistato il secondo posto nel Gp di Francia. “Pecco mi ha superato subito, aveva più velocità di me, io avevo un buon ritmo ma non riuscivo a spingere quanto lui soprattutto quando ero davanti. Poi quando Bastianini ha provato a superarmi non avevo nulla per poter rispondere. Verso la fine quando loro due erano in lotta ho un po’ recuperato però Enea guidava su un altro livello oggi, bisogna riconoscerlo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MotoGp, doppietta Ducati nel Gp di Francia: Francesco Bagnaia centra la pole position, secondo l’australiano Jack Miller

next
Articolo Successivo

Al Mugello verrà ritirato il 46 di Valentino Rossi: da Simoncelli a Barry Sheene, ecco tutti gli altri numeri diventati leggenda

next