“Siamo finalmente riusciti ad avviare l’evacuazione delle persone dall’Azovstal. Dopo tante settimane di trattative, dopo tanti tentativi, diversi incontri, bandi e proposte. Non c’è stato un solo giorno in cui non abbiamo cercato di trovare una soluzione che salvasse la nostra gente. Oggi, per la prima volta in tutti i giorni della guerra, questo corridoio umanitario ha iniziato a funzionare. Per la prima volta ci sono stati due giorni di vero cessate il fuoco“. Lo ha detto il presidente ucraino Zelensky che in un video diffuso sui social ha parlato dell’operazione Onu avviata a Mariupol per portare in salvo centinaia di civili nascosti per settimane per sfuggire all’assedio. “Più di cento civili sono già stati evacuati: donne e bambini in fuga dalle ostilità. A Azovstal. Date tutte le complessità del processo, i primi sfollati arriveranno domani mattina a Zaporizhzhia. Il nostro team li incontrerà lì”

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Paulo Freire, 25 anni fa ci lasciava il genio della pedagogia critica

next
Articolo Successivo

Guerra Russia-Ucraina, le voci sul generale Gerasimov “ferito” al fronte. Il Nyt: “Scampato a un attacco”

next