Tre operai sono rimasti feriti stamattina poco prima delle otto a Fidenza (Parma) in seguito a un’esplosione alla Bormioli Rocco di Fidenza (Parma). Per cause in corso di accertamento da parte dei vigili del fuoco e dei carabinieri, c’è stata una perdita di metano da una tubazione dove stavano lavorando tre operai di una ditta esterna che dopo l’esplosione sono stati soccorsi, con gravi ustionati, e trasportati in ospedale. I lavoratori stavano operando in una condotta del gas del sito industriale. Uno dei tre lavoratori colpiti dalla fiammata è stato trasportato in ospedale con l’elisoccorso. Un quarto operaio è invece caduto riportando ferite lievi.

“Quello di oggi è l’ennesimo tragico incidente sul lavoro, il fatto che si sia verificato il primo maggio non è casuale, gli incidenti in Italia sono purtroppo all’ordine del giorno. Ora la magistratura dovrà fare chiarezza sull’accaduto e sulle cause che l’hanno provocato, noi vigileremo sulle indagini e staremo vicini ai tre ragazzi e alle loro famiglie” hanno detto la segretaria nazionale della Filctem Cgil Sonia Tosoni e il segretario della Filctem Cgil Parma, Marco Todeschi.

“Bisogna fermare questi incidenti – hanno continuato Tosoni e Todeschi -, bisogna impedirli e migliorare la sicurezza sul lavoro. Maggiore formazione, migliorare le agibilità dei rappresentanti della sicurezza, intervenire sul lavoro precario perché non sia sottoposto a ricatto, realizzare e dare forza ai rappresentanti alla sicurezza di sito in modo che possano intervenire sulla lunga catena degli appalti: queste sono questioni che non possono più essere rinviate. Chi, infatti, lavora in appalto spesso non è adeguatamente formato, non ci sono risorse per la formazione se i contratti nelle commesse sono al massimo ribasso. È necessaria una formazione certificata per chi lavora in particolari ambiti e ci vogliono più controlli. Le aziende devono percepire che esiste un sistema di controllo e un sistema sanzionatorio certo ed efficace. È l’unico modo se si vuole fermare questa strage”, hanno concluso i due sindacalisti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, la diretta video della manifestazione per il Primo maggio

next
Articolo Successivo

Primo maggio, il post di Beppe Grillo: “Urgente fissare il salario minimo a non meno di nove euro”

next