Obbligo di mascherina al chiuso? Prenderemo una decisione guidata dai numeri la prossima settimana, ma credo che sia il tempo per eliminare la mascherina al chiuso in alcune circostanze e ovviamente con un periodo di transizione. Sono convinto al 100% che a giugno e luglio saremo senza mascherine. Forse sarà utile tenerla ancora in alcune situazioni nelle prime 2-3 settimane di maggio, come negli uffici e laddove ci sia un contatto più stretto. Sulla scuola sono più flessibile in tema di mascherine, nel senso che spingerei più per la vaccinazione dei bambini“. Lo annuncia ai microfoni di Rtl 102.5 il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, che puntualizza: “Per ora dovremo ancora tenere le mascherine in viaggio in treno o in aereo e in quei luoghi in cui c’è maggior rischio per le persone, come negli ospedali e nella Rsa”.

E aggiunge: “Non dobbiamo abbandonare la mascherina. Teniamola in tasca e usiamola con consapevolezza, sapendo che dove c’è assembramento e maggior rischio dobbiamo rimetterla. I contagi ancora ci sono ma non vi è un peso sulle strutture sanitarie, e i ricoveri in terapia intensiva scendono, anche se non rapidamente. Questo dato, unitamente all’arrivo della bella stagione, ci metterà tutti in sicurezza”.

Riguardo alla capienza al 100% nei luoghi chiusi, Sileri osserva: “Secondo me, è fattibile. E qui torna ancora la flessibilità nell’uso della mascherina: se la indossi negli ambienti chiusi, optando preferibilmente per la Ffp2, si può tornare al 100% della capienza. E andrei anche a rimuovere anche la distanza di sicurezza. In questo modo, in tempi successivi, si potrebbe rimuovere progressivamente l’uso della mascherina”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Energia, Orlando: “Calenda? Basta col populismo nuclearista, avremmo risposte tra dieci anni”

next
Articolo Successivo

Marcia Perugia-Assisi, padre Zanotelli: “Noi pacifisti filo-Putin? Parole oscene. Diciamo solo: fermatevi, qui giochiamo con la vita. Le chiese europee silenziose, vadano tutte a Kiev per un incontro Zelensky-Putin”

next