“Parliamo di scostamento di bilancio da settimane, per noi è necessario e a questo punto non più rinviabile“. Il presidente del M5s, Giuseppe Conte, nel corso di un punto stampa ribadisce la richiesta al presidente del Consiglio, Mario Draghi. “Ho convocato con urgenza il Comitato economico e quello delle politiche del lavoro del M5s. Siamo stati in riunione perché la situazione è drammatica: l’ho detto anche a Draghi e a Sergio Mattarella. Abbiamo famiglie che ormai non pagano più le bollette, a febbraio erano il 15% ma stanno crescendo ancora di più – spiega Conte – chi oggi guadagna mediamente 1.500 euro al mese vede evaporare il proprio potere d’acquisto per 100 euro al mese a causa del carovita. C’è una perdita di potere acquisto molto seria per le famiglie e dobbiamo intervenire subito: sui consumi azzerando l’Iva sui beni di largo consumo, come pane, latte, carne, pasta, e riducendola per le bollette di gas e luce”.

Per quanto riguarda il Csm “il M5s sta responsabilmente dando il proprio contributo per condurre in porto la riforma. È un atto di responsabilità lavorare tutti ma vedo che Italia viva si oppone. Non vorrei che qualcuno volesse andare a votare al rinnovo del Csm con le vecchie norme. Siamo disponibili a un giusto compromesso anche sulle regole elettorali. Vogliamo una distinzione chiara e netta fra politica e magistratura, no alle porte girevoli”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riforma Csm, Renzi: “Ci asterremo, ma governo arriverà a fine legislatura. Non è dannosa come quella di Bonafede, ma inutile”

next
Articolo Successivo

Mastella e le 150 multe non pagate: “Io non ho manco la patente”. Da Salvini a Brambilla fino a Lunardi, tutti gli “onorevoli” precedenti

next