Nel giorno in cui il presidente russo, Vladimir Putin, ribadisce che non tornerà indietro sulle sue decisioni la minaccia di guerra nucleare viene ventilata contemporaneamente da uno dei suoi fedelissimi. “Il nuovo missile balistico intercontinentale Sarmat garantirà la sicurezza della Russia per i decenni a venire: quest’anno entrerà a far parte delle forze nucleari strategiche della Russia”. A parlare è il capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, Dmitry Rogozin, durante un talk show a Mosca. La notizia con la relativa foto è riportata dall’ente spaziale russo sul suo profilo Twitter. Si tratta di un missile non intercettabile che ha un raggio d’azione fino a 18mila chilometri.

Secondo una stima l’arsenale nucleare di Mosca può contare su circa 4.477 testate nucleari, oltre ad altre 1.500 che sono però già smantellate o in via di smantellamento. I dati, aggiornati al 23 febbraio, erano statu pubblicati dalla Federation of american scientists, organizzazione di ricerca no-profit fondata nel 1945 e composta da scienziati ed analisti. Si tratta di una stima perché è difficilissimo stabilire con certezza un inventario degli armamenti nucleari posseduti dai vari Stati del mondo. Delle 4.477 testate nucleari a disposizione della Russia, 2.889 sono immagazzinate e quindi non immediatamente adoperabili, mentre 1.558 sono già montate sui diversi vettori.

Stando al Bulletin of the Atomic Scientists pubblicato da Hans M. Kristensen e Matt Korda il 25 febbraio scorso, 812 testate nucleari sono installate su missili balistici intercontinentale (Icbm), 576 su sottomarini lanciamissili e circa 200 su bombardieri. Circa altre 977 testate nucleari sono in magazzino, insieme ad altre 1.912 testate considerate “non strategiche”. “In aggiunta alla scorta militare per le forze operative – scrivono i due ricercatori – un ampio numero, circa 1.500, di testate dismesse ma ancora operative sono in attesa di essere smantellate, per un totale di circa 5.977 testate nucleari”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Russia, assalto ai negozi Ikea dopo l’annuncio della chiusura per la guerra in Ucraina – Video

next
Articolo Successivo

Guerra Russia Ucraina | L’esperto di difesa: “L’avanzata continuerà per alzare la posta. Ecco le condizioni per un accordo possibile”

next