Una lingua di neve in mezzo ad un paesaggio tutt’altro che invernale. È lo scenario ripreso dal drone in volo sulla stazione sciistica Domobianca, nel Verbano Cusio Ossola. Solo l’innevamento artificiale ha permesso ai gestori degli impianti sull’Alpe Lusentino, nel Verbano Cusio Ossola, di poter aprire almeno una parte delle piste da sci. La mancanza di neve sta duramente colpendo i comprensori sciistici di tutto l’arco alpino, segno tangibile di un cambiamento climatico che quest’anno è particolarmente impattante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, autorizzato lo sbarco a Lampedusa e Pozzallo di 192 persone a bordo della Mare Jonio: in attesa di un “porto sicuro” da 2 giorni

next
Articolo Successivo

Covid, Bassetti a Primocanale: “La situazione si è stabilizzata. Paese bloccato dalle regole della quarantena, serve semplificazione”

next