La procura di Livorno ha emesso un decreto di citazione a giudizio per Beppe Grillo con l’accusa di violenza privata e lesioni personali ai danni del giornalista Francesco Selvi, inviato di Dritto e Rovescio, trasmissione di Rete4. L’udienza è stata fissata per il 13 giugno prossimo al tribunale livornese. La pm Sabrina Carmazzi aveva chiesto l’archiviazione per l’accusa di violenza privata – notificando invece un avviso di conclusione indagini per il reato di lesioni – ma il giudice per l’indagine preliminare Mario Profeta, lo scorso dicembre, l’aveva respinta ordinando l’imputazione coatta.

I fatti contestati al fondatore del M5s risalgono al 7 settembre 2020 quando, sulla spiaggia di Marina di Bibbona, il giornalista stava cercando di intervistare Grillo per la trasmissione di Rete4. Ad un certo punto Selvi venne allontanato dello stabilimento balneare dove si trovava – dal video si vede una spinta – e incespicò lungo le scale, procurandosi un trauma distorsivo al ginocchio sinistro.

Da questi fatti scaturì la denuncia per violenza privata e lesioni fatta dal giornalista alla procura di Livorno contro il fondatore di M5s. Le immagini del cellulare del giornalista trasmesse da Rete 4 e quelle della telecamera di sorveglianza sulla spiaggia postate da Grillo sul suo blog dettero vita ad un botta e risposta sulla ricostruzione di quei momenti fra il fondatore del Movimento e il programma condotto da Paolo Del Debbio.

Video Il blog di Beppe Grillo

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Corruzione, Cartabia: “Recepire il prima possibile la direttiva sul whistleblowing”. The Good Lobby: “Si passi dalle parole ai fatti”

next
Articolo Successivo

Super green pass, la Consulta boccia il ricorso di cinque parlamentari residenti in Sicilia e Sardegna: “Non impedisce loro di votare”

next