È in corso una “riflessione” per semplificare la certificazione del rientro a scuola degli alunni che sono stati contagiati dal Covid e hanno superato la malattia. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi intervistato da Maria Latella, su Radio24. “Semplificheremo”, ha detto il ministro Bianchi aggiungendo che “al di là della formula con cui si rientra, è importante che il rientro ci sia stato e che si è affermato il principio che la scuola è in presenza, ed è un diritto”. Tra le ipotesi, la certificazione di fine malattia rilasciata dai pediatri, come già avviene per le altre malattie.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Le università “dimenticate” vanno in ordine sparso. “Serve didattica integrata. Chiudere è la strada più facile, ma penalizza i fuorisede e chi non ha aiuti”

next
Articolo Successivo

Scuola, Giannelli (Presidi): “Asl non ce la fanno e ci usano come personale para-sanitario. Sistemi di aerazione? Spettano alle autorità locali”

next