Il 15 febbraio la Corte costituzionale si pronuncerà anche sul referendum sulla cannabis, non solo sui sei quesiti sulla giustizia e su quello sull’eutanasia. Nel pomeriggio, infatti, la Corte di Cassazione ha validato le oltre 600mila firme raccolte dal comitato promotore “Referendum cannabis legale“, che ha commentato la decisione con un Tweet in cui festeggia l’arrivo del primo via libera.

Il referendum è quindi arrivato in Consulta, che tra un mese si pronuncerà invece sull’ammissibilità dei quesiti. In particolare, il referendum sulla cannabis intende depenalizzare la coltivazione e l’uso personale ed è promosso dalle Associazioni Luca Coscioni, Meglio Legale, Forum Droghe, Società della Ragione, Antigone e dai partiti +Europa, Possibile e Radicali italiani.

Sono ancora sette i quesiti al vaglio della Consulta. Quello sull’introduzione dell’eutanasia legale ha raccolto oltre un milione e 200mila firme, depositate in Cassazione l’ottobre scorso da Marco Cappato dell’Associazione Luca Coscioni e dagli altri volontari del Comitato promotore. Poi, i sei sulla giustizia, promossi dai Radicali e dalla Lega (oltre che dai consigli regionali di Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Umbria e Veneto) che riguardano l’elezione dei consiglieri togati del Consiglio supremo della magistratura (Csm), la responsabilità civile e le valutazioni sulla professionalità dei magistrati, la separazione delle carriere tra giudici e pm, la carcerazione preventiva e la legge Severino.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

GIUSTIZIALISTI

di Piercamillo Davigo e Sebastiano Ardita 12€ Acquista
Articolo Precedente

Bonus bebè, chiedere il permesso di soggiorno agli stranieri come requisito è incostituzionale

next
Articolo Successivo

“Sono una bacha posh, mi hanno cresciuta da maschio e vi racconto le donne invisibili dell’Afghanistan”. Il bestseller di Ukmina Manoori arriva in Italia

next