Quello che chiamano il “migliore” è considerato pure il politico migliore. Ma subito dietro c’è il suo predecessore. A un anno dalla caduta del suo governo, Giuseppe Conte continua a mantenere un sostegno rilevante nell’opinione pubblica italiana. E’ quello che emerge da un sondaggio condotto da Demos per il quotidiano La Repubblica. L’istituto guidato da Ilvo Diamanti ha chiesto agli intervistati d’indicare il personaggio politico migliore e peggiore in ambito nazionale e internazionale del 2021. Era una domanda a risposta “aperta”: non c’erano, cioè, liste di nomi predisposte.

Il risultato della rilevazione è un’affermazione di Mario Draghi, l’ex presidente della Bce che nel febbraio del 2021 è diventato presidente del consiglio: è considerato “migliore” sia a livello internazionale (20%) che nazionale (27%). Alte anche le percentuali di Conte, che ormai dieci mesi fa si è dimesso da premier dopo la crisi provocata da Matteo Renzi. Il leader del M5s è al 5% nella classifica internazionale (anche l’anno scorso era secondo dietro ad Angela Merkel, ma col 9%), al 17 in quella nazionale (che nel 2020 guidava col 33%). Percentuali che lo installano rispettivamente al terzo e al secondo posto. A livello internazionale, tra Draghi e Conte, si piazza Angela Merkel col 12%, mentre la classifica è chiusa da Ursula von der Leyen e Joe Biden col 3%. La terza piazza nella classifica casalinga è occupata da Giorgia Meloni con l’8%, mentre Sergio Mattarella è stato indicato solo dal 5% del campione.

La classifica dei peggiori, invece, vede primeggiare i due Matteo: per il 24% degli intervistati Salvini è il peggior personaggio politico del 2021. Il 16%, invece, ha indicato Renzi. Il 7% ha puntato il dito su Conte. A livello internazionale la lista dei “cattivi” è guidata da Donald Trump (11%) con Salvini e Boris Johnson appaiati a quota sette percento. Anche nella classifica internazionale dei peggiori trova spazio Renzi, indicato dal 4% degli intervistati, un punto in meno di chi ha inserito il nome di Biden. Diamanti, nel suo articolo a commento del sondaggio, fa notare anche chi è completamente assente in ogni rilevazione: Silvio Berlusconi. Scomparso dalle classifiche proprio ora che tenta l’assalto al Quirinale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Il Pd è guarito dalla malattia del renzismo”: D’Alema apre al ritorno, ma provoca il terremoto tra gli ex renziani. E “irrita” pure Letta

next
Articolo Successivo

Quirinale, Gianfranco Mascia (Il popolo viola): “Il presidente Mattarella ha tracciato l’identikit, mi piacerebbe una donna”

next