“Noi facciamo ricorso al Tar, oltre a un esposto alla Corte dei Conti. Andiamo avanti con tutte le nostre iniziative. Ci auguriamo che il Comune di Milano riveda la sua posizione e ritiri la delibera”. Lo ha detto in conferenza stampa Luigi Corbani, ex vicesindaco di Milano e oggi parte del Comitato ‘Sì Meazza’ che si oppone alla demolizione dello stadio San Siro e alla sostituzione dell’impianto con un nuovo stadio pronto entro il 2027. Il comitato chiede che “si apra un tavolo di trattativa cui noi siamo disponibili a dare dei suggerimenti e a fare delle proposte. Qualcuno dice anche a farsi carico della gestione del Meazza? Possibile, troviamo degli interlocutori adeguati. Siamo disponibili a risolvere il problema mantenendo il Meazza”. Ieri, martedì 21 dicembre, Inter e Milano hanno annunciato il concept scelto per la costruzione del nuovo impianto, ossia quello dello Studio Populous. Il Meazza sarà mantenuto comunque fino alle Olimpiadi invernali del 2026

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Inter, pm acquisiscono i dispositivi informatici alla ricerca di messaggi tra dirigenti: si indaga sui contratti con clausola di ‘recompra’

next