Il voto del M5s in Giunta rispetto al caso Renzi? “Soltanto una questione tecnica, in Aula ci esprimeremo contro”. Lo ha detto il presidente del Movimento 5 stelle, Giuseppe Conte, rispondendo a una domanda del Fattoquotidiano.it sul motivo che ha portato il M5s all’astensione in Giunta per le immunità del Senato. Conte ha poi precisato: “Mancavano decreti del tribunale, il fascicolo era incompleto, da qui l’astensione che significa non entrare nel merito”.
Dopo il voto della Giunta, sarà l’aula del Senato a doversi esprimere, probabilmente a marzo 2022. Conte ha anticipa che in quel caso la decisione del Movimento 5 Stelle sarà differente rispetto al voto espresso in Giunta per le immunità del Senato: “Per quanto mi è stato rappresentato, posso preannunciare che credo che potremo esprimere pienamente un voto politico, che sarà invece di contrarietà a che arrivi questo conflitto di attribuzioni alla Consulta e che la vicenda si concluda invece qui in Parlamento”, ha concluso l’ex presidente del Consiglio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La gente ha fiducia in Draghi: è un competente amministratore. Con la Bindi al Colle potrebbe fare un gran lavoro anche in Europa

next
Articolo Successivo

Quirinale, Conte: “Coinvolgere tutti, serve alto profilo. Non escludo candidatura comune con Pd”

next